Famiglie e studenti

Arriva il «YounG7», giovani “statisti” a parlare (in inglese) di politica mondiale

di Cl. T.

S
2
4Contenuto esclusivo S24

Arriva «YounG7», il G7 dei Giovani, una simulazione dei lavori negoziali del G7 che coinvolgerà gli studenti delle scuole superiori: l’iniziativa, rende noto il Miur con una lettera ai presidi, si svolgerà a Catania (CT), dal 22 al 25 maggio 2017. Gli studenti saranno divisi in sette commissioni tematiche rappresentando i 7 paesi membri del G7, oltre all’Unione Europea, e lavoreranno in lingua inglese. In ciascuna commissione saranno presenti 2 studenti provenienti dalla stessa scuola, a cui sarà chiesto di redigere, nelle settimane precedenti alla simulazione, un position paper, sulla base di indicazioni che verranno successivamente fornite alle scuole selezionate. Al termine dei lavori è prevista l’approvazione di una dichiarazione finale, sul modello di quella approvata parallelamente dai leader mondiali.

L’iniziativa
L’iniziativa prevede la partecipazione di 28 scuole provenienti possibilmente da 20
regioni italiane. A ciascuna scuola è richiesto di individuare 4 persone, 2 studentesse e 2 studenti, frequentanti il III e il IV anno, ed esclusivamente un docente accompagnatore. Nella selezione di studenti si invita a tenere conto del livello di lingua inglese (è richiesta una
conoscenza ottima della lingua inglese).

Le scuole saranno selezionate sulla base dei seguenti criteri: a) rappresentanza geografica (provenienza da regioni differenti); b) coerenza con l'indirizzo e con il piano formativo della scuola; c) motivazione alla partecipazione. Per un proficuo svolgimento dell’iniziativa si invita ogni delegazione scolastica a dotarsi di almeno due pc portatili. Domande: entro le ore 17 del 2 maggio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA