Famiglie e studenti

All’Itis “Fermi” di Roma debutta il laboratorio di tecnologie musicali

S
2
4Contenuto esclusivo S24


Questa mattina nell’aula magna dell’istituto tecnico industriale “Enrico Fermi” di Roma, è in programma l’inaugurazione dell’innovativo laboratorio di tecnologie musicali, realizzato grazie al contributo della Fondazione Roma e alla collaborazione dell’Istituto centrale per i beni sonori e audiovisivi e dell’azienda Yamaha.
Prevista la presenza di Luigi Berlinguer (presidente Comitato nazionale per l’apprendimento pratico della musica), Serena Ghisalberti (Fondazione Roma), Massimo Pistacchi (direttore Istituto centrale per i beni sonori e audiovisivi), Riccardo Anglani (responsabile Yamaha music Europe, branch Italy), coordina Monica Nanetti (dirigente scolastico Itis Fermi).
Accompagnerà l’inaugurazione la performance musicale degli artisti Marco Filippini e Mary Dima, insieme agli studenti musicisti “Sonic Fermi”.


Il nuovo spazio, dedicato alle tecnologie digitali applicate alla musica, è frutto di un progetto di innovazione della didattica unico nel suo genere, che se da una parte punta a valorizzare le competenze tecniche degli studenti, dall’altra vuole promuovere la cultura musicale, introducendo i ragazzi alle odierne professioni attinenti al campo tecnico in area musicale e permettendo loro di acquisire, oltre il diploma, una specifica certificazione relativa al settore delle tecnologie musicali.


Il laboratorio di tecnologie musicali consiste in una sala prove e in una sala regia e postproduzione. Nella sala prove gli studenti possono usufruire delle interfacce di acquisizione dati (16 tracce) da strumenti musicali analogici e digitali. Lo spazio (80mq) si presta a esibizioni di solisti o gruppi musicali alla presenza di un pubblico. La sala prove (40mq) è dotata di dispositivi tecnologici all’avanguardia, prodotti dall’azienda Yamaha, sui quali operano gli specifici software in dotazione (Wavelab 8.5, HalionN 5, Nuendo 7) per l’elaborazione dei dati audio; la fruizione dei servizi online è garantita da dispositivi di rete Cisco.


Il nuovo laboratorio di tecnologie musicali verrà utilizzato per svolgere corsi di acustica ambientale e architettonica e per acquisire le specifiche competenze di tecnico del suono.
«Siamo convinti che il rilancio dell’istruzione tecnica, settore impegnato sempre più a rappresentare la scuola dell’innovazione, passi anche attraverso la messa a disposizione di strutture tecnologiche rinnovate, in grado di formare figure adeguate alla domanda di nuove professionalità», dichiara Monica Nanetti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA