Famiglie e studenti

Nasce il liceo sportivo internazionale di Amatrice

di Cl. T.

S
2
4Contenuto esclusivo S24

Aprirà le porte con l’inizio del prossimo anno scolastico, il liceo scientifico ad indirizzo sportivo internazionale di Amatrice, sperimentazione unica in Italia. Nel nuovo liceo le ragazze e i ragazzi potranno sviluppare tutte le discipline sportive, avranno a disposizione un convitto dedicato e si punterà molto sulla didattica digitale.

La presentazione
La sperimentazione è stata presentata ieri al Miur dalla ministra dell’Istruzione, Valeria Fedeli, dal sindaco di Amatrice Sergio Pirozzi e dal presidente del Coni, Giovanni Malagò. A partire dal prossimo anno scolastico, il 2017/2018, l’istituto omnicomprensivo «Romolo Capranica» di Amatrice attiverà il nuovo indirizzo che avrà durata quinquennale e avrà un massimo di due prime classi.

Le novità
Iscrivendosi e scegliendo l’opzione “sport e turismo”, gli studenti avranno la possibilità di formarsi come atleti o come tecnici sportivi con l'obiettivo, in quest'ultimo caso, di diventare professionisti in grado di seguire gli sportivi a livello motivazionale e fisico e di definire strategie di gara e tecniche innovative di gioco. Per migliorare la preparazione degli studenti in questo senso, il Coni invierà periodicamente allenatori e professionisti nazionali del mondo dello sport. I ragazzi potranno scegliere tra tutte le discipline sportive: dalle specialità sciistiche all'atletica, fino a tutti i giochi di squadra. Lo studio di due lingue straniere darà l'impronta internazionale all'indirizzo che permetterà agli studenti anche di svolgere esperienze all'estero. Il progetto prevede inoltre una scuola con convitto, per ospitare gli studenti provenienti da tutta Italia. Saranno infine attivate convenzioni e accordi con le facoltà di Scienze motorie degli atenei italiani per il riconoscimento dei crediti agli studenti iscritti.

I commenti
«Stiamo dando un messaggio di grande forza e di sostegno alle popolazioni colpite dal terremoto. L’11 marzo sarò ad Amatrice per fare il punto sullo stato di avanzamento del progetto», ha detto Valeria Fedeli. Il sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi ha voluto ringraziare «tutti coloro che hanno creduto in questa idea». «Bisogna fare di tutto per riportare queste persone alla normalità - ha chiuso il presidente Malagò -. Abbiamo pensato che lo sport possa essere il volano e garantiremo la realizzazione delle infrastrutture sportive».


© RIPRODUZIONE RISERVATA