Famiglie e studenti

Candidati più a loro agio: ai commissari esterni affidata la prima prova

di Cl. T.

S
2
4Contenuto esclusivo S24

Da ieri sul sito del Miur sono accessibili le materie dell’esame di Stato che inizierà il 21 giugno, al quale, ancora per quest’anno, potranno essere ammessi soltanto gli studenti che hanno la sufficienza in tutte le discipline e che hanno frequentato almeno i tre quarti del monte ore previsto dal curriculo di studio.

Che la neo ministra dell’Istruzione, Valeria Fedeli, al suo esordio nella scelta, abbia voluto mettere “a proprio agio” i prossimi maturandi lo si può vedere anche dalla ripartizione di competenze dei commissari d’esame: i più “insidiosi” membri esterni correggeranno e interrogheranno i ragazzi sulla prima prova (l’italiano), mentre ai membri interni sono affidate le più “ostiche” materie d’indirizzo.

Per il resto, la maturità 2017 non avrà altre novità di rilievo: il terzo scritto sarà il “quizzone”, messo a punto dalle singole commissioni, e a seguire ci sarà il colloquio orale. Le prove si supereranno con 60 (il massimo è 100).


© RIPRODUZIONE RISERVATA