Famiglie e studenti

Alunni diversamente abili, la diagnosi funzionale perfeziona la registrazione

di Franco Portelli

S
2
4Contenuto esclusivo S24


Dal 16 gennaio al 6 febbraio 2017 è possibile iscrivere gli alunni alle scuola dell’infanzia e alle scuole di ogni ordine e grado. Per gli studenti in situazione di handicap e per quelli con disturbi specifici dell’apprendimento (Dsa) è necessario prestare particolare attenzione all’atto dell’iscrizione, perché bisogna realizzare alcuni specifici adempimenti.


Iscrizione alunni in situazione di handicap
Le iscrizioni degli alunni con disabilità devono essere completate con la presentazione, alla scuola prescelta, della certificazione rilasciata dalla Asl di competenza. La documentazione deve, inoltre, contenere anche la diagnosi funzionale, predisposta a seguito degli accertamenti collegiali. Ai fini della individuazione dell’alunno come soggetto in situazione di handicap, le Aziende sanitarie dispongono, su richiesta documentata dei genitori o degli esercenti la potestà parentale o la tutela dell’alunno medesimo, appositi accertamenti collegiali. Tali accertamenti sono propedeutici alla redazione della diagnosi funzionale dell’alunno, cui provvede l’unità multidisciplinare. Si tratta di adempimenti necessari per consentire alla scuola, sulla base di tale documentazione, di procedere alla richiesta di personale docente di sostegno e di eventuali assistenti educativi, nonché alla successiva stesura del Piano educativo individualizzato (Pei). Nel caso di alunni in situazione di handicap di particolare gravità, è prevista la possibilità di chiedere l’autorizzazione al funzionamento dei posti di sostegno in deroga al rapporto insegnanti/alunni (a norma dell’articolo 35, comma 7, della legge 27 dicembre 2002, numero 289). L’eventuale autorizzazione è disposta dal dirigente preposto all’Ufficio scolastico regionale, sulla base della certificazione attestante la particolare gravità. Nel caso di alunni con handicap che hanno conseguito, alla fine del primo ciclo, l’attestato di credito formativo comprovante i crediti maturati, è possibile l’iscrizione alla scuola secondaria di secondo grado o ai percorsi di istruzione e formazione professionale a condizione che non abbiano compiuto il diciottesimo anno di età prima dell’inizio dell’anno scolastico 2016/17.


Alunni con Dsa
Le iscrizioni di alunni con diagnosi di disturbo specifico di apprendimento (Dsa), sono perfezionate con la presentazione alla scuola scelta della relativa diagnosi, rilasciata ai sensi della legge 170/2010 e secondo quanto previsto dall’accordo Stato-Regioni del 25 luglio 2012 sul rilascio delle certificazioni. In questi casi, le istituzioni scolastiche assicurano le idonee misure compensative e dispensative attuando i necessari interventi pedagogico-didattici per il successo formativo di questi alunni, attivando percorsi di didattica individualizzata e personalizzata.


© RIPRODUZIONE RISERVATA