Famiglie e studenti

Almadiploma, 1 ragazzo su 2 si pente della scelta delle superiori

di Alessia Tripodi

Il 47% dei diplomati 2016 è pentito della scelta fatta a 14 anni e, se tornasse indietro, sceglierebbe una scuola o un indirizzo di studio diversi. Il 13%, inoltre,
dopo l'esame di maturità è ancora molto incerto sul proprio futuro formativo e professionale. Sono alcuni dei dati che emergono dall'indagine sul Profilo dei diplomati 2016 di AlmaDiploma e AlmaLaurea , condotta nel luglio scorso su 40mila diplomati di 261 istituti scolastici e presentata ieri al Miur.

Oltre la metà dei "maturi" soddisfatta delle attività di orientamento
In generale oltre la metà dei diplomati 2016 (56%) è soddisfatta delle attività di orientamento realizzate durante la scuola superiore e, a ridosso del diploma, il 58% ha già deciso di continuare gli studi, il 7% studierà e lavorerà e il 17% cercherà un lavoro. Ma oltre uno su 10 (13%) è ancora indeciso.
Serve «una vera e propria politica di "educazione alla scelta"- ha dichiarato il direttore di AlmaDiploma, Renato Salsone - e il tema dell'orientamento deve prendere in considerazione tutta la filiera educativa, a partire dalla scuola secondaria di primo grado».

Alternanza per il 57% dei ragazzi
Tra gli strumenti che puntano a orientare gli studenti, ricorda AlmaDiploma, c'è l'alternanza scuola-lavoro, resa obbligatoria dalla 'Buona scuola' a partire dalle classi terze. Secondo l'indagine - a un anno dall'introduzione della legge - il 57% dei diplomati 2016 ha svolto un'attività di stage/alternanza scuola-lavoro: si tratta del 98% degli studenti dei professionali, dell'80% di quelli dei tecnici e del 33% dei liceali. Il 5% l'ha svolta all'estero.

Il 35% ha studiato all'estero
Secondo l'indagine, poi, il 35% è andato all'estero per percorsi di studio. Le mete più gettonate sono state il Regno Unito (42% delle esperienze), la Spagna (14%), l'Irlanda (12%), la Francia (11%) e laGermania (6%).
Il 33% dei diplomati, inoltre, ha conseguito diplomi che attestano le proprie competenze linguistiche, come il Pet, il First Certificate o il Toefl. Queste certificazioni, spiega Almadiploma, sono più diffuse nel liceo linguistico >(67%), nel classico (52%), e nello scientifico(41%), mentre sono decisamente meno diffuse negli altri indirizzi, dove coinvolgono meno del 25% dei diplomati.


© RIPRODUZIONE RISERVATA