Famiglie e studenti

Dagli Its, ai precari, alle paritarie: comma per comma tutte le novità per la scuola

di Claudio Tucci

S
2
4Contenuto esclusivo S24

Dalla A, come apprendistato duale, alla F, come fuori ruolo, in 10 voci tutte le novità in arrivo, da gennaio, per studenti, professori, e presidi.

Comma 240. Apprendistato duale
Con 11,2 milioni si prorogano poi gli incentivi previsti per la stipula dei contratti di apprendistato per far decollare il sistema di formazione duale.

Comma 294. Istituti tecnici superiori
Si estende la detraibilità ai fini Irpef (al 19%) e la deducibilità ai fini Ires delle erogazioni liberali finalizzate all'innovazione tecnologica, all'edilizia scolastica e all'ampliamento dell'offerta formativa effettuate in favore degli istituti tecnici superiori.

Commi 308-313 Sgravi alternanza
Viene riconosciuto l'esonero dal versamento dei complessivi contributi previdenziali per i datori di lavoro del settore privato in relazione alle nuove assunzioni con contratto di lavoro a tempo indeterminato, anche in apprendistato, decorrenti dal 1° gennaio 2017 al 31 dicembre 2018, per un periodo massimo di 36 mesi e nel limite di un importo di esonero di 3.250 euro su base annua, con esclusione dei contratti di lavoro domestico e di quelli relativi agli operai del settore agricolo. L'esonero, ferma restando l'aliquota di computo delle prestazioni pensionistiche e ad esclusione dei premi e dei contributi dovuti all'Inail, spetta ai datori di lavoro che assumano, entro sei mesi dall'acquisizione del titolo di studio, studenti che abbiano svolto presso il medesimo datore di lavoro attività di alternanza scuola-lavoro (pari ad almeno il 30% del periodo complessivo svolto in alternanza scuola-lavoro), periodi di apprendistato per la qualifica e il diploma professionale, il diploma di istruzione secondaria superiore, il certificato di specializzazione tecnica superiore o periodi di apprendistato in alta formazione. Spetterà all'Inps provvedere al monitoraggio del numero di contratti incentivati e delle conseguenti minori entrate contributive.

Commi 366, 373 e 374. Organico di fatto
Viene istituito nello stato di previsione del Miur, un fondo con una autonoma dotazione di 140 milioni di euro per l'anno 2017 e 400 milioni di euro a decorrere dall'anno 2018, da destinare all'incremento dell'organico dell'autonomia del personale docente delle istituzioni scolastiche statali. Al riparto del fondo si provvede con decreto del Miur, di concerto con il Mef. In particolare, si prevede che l'incremento della dotazione dell'organico dell'autonomia avvenga in misura corrispondente ad una quota di posti derivanti, in applicazione dei vigenti ordinamenti didattici e quadri orari, dall'accorpamento degli spezzoni di orario aggregabili fino a formare una cattedra o un posto interi, anche costituiti tra più scuole. Detta quota di posti viene sottratta in misura numericamente pari dal contingente previsto in organico di fatto.

Commi 375 e 376 Supplenti 36 mesi
Si prevede che l'articolo 1, comma 131, della legge 13 luglio 2015, n. 107 relativo alla riforma della scuola, si interpreta nel senso che i contratti di cui tenere conto per il computo della durata complessiva del servizio già maturato sono quelli sottoscritti a decorrere dal 1° settembre 2016. Inoltre, il fondo per il risarcimento dei danni conseguenti alla reiterazione di contratti a termine degli insegnanti precari, per una durata complessiva superiore a trentasei mesi, è rifinanziato nella misura di 2 milioni di euro per ciascuno degli anni dal 2017 al 2019.

Commi 379-380. Scuole Belle
Si autorizza la spesa di 128 milioni di euro nell'anno 2017 per incrementare il finanziamento del piano straordinario per il ripristino del decoro e della funzionalità degli edifici scolastici (cosiddetto piano “Scuole Belle”): le somme sono destinate alla prosecuzione fino al 31 agosto 2017 di tali interventi. Proroga, sempre al 31 agosto 2017, anche del termine entro il quale le istituzioni scolastiche possono acquistare servizi di pulizia e altri servizi ausiliari dalle imprese che li assicuravano al 31 marzo 2014

Commi 616, 617 e 619. Istituti paritari
A decorrere dal 2017 raddoppia il contributo, da 12,2 milioni a 23,4 milioni, per gli istituti paritari che accolgono alunni con disabilità. Si assegna alle scuole dell'infanzia paritarie, sempre per il prossimo anno, un sostegno aggiuntivo di 50 milioni, da corrispondere entro il 31 ottobre. Si fissa in 564 euro per il 2016, 717 euro per il 2017 e 800 euro dal 2019 l'importo massimo per studente soggetto a detrazione Irpef del 19% per le spese per la frequenza scolastica.

Comma 618. Fuori ruolo
Si dispone il rinvio all’anno scolastico 2019/2020, il divieto del distacco di docenti e dirigenti scolastici presso gli enti e le associazioni che svolgono attività di prevenzione del disagio psico-sociale, assistenza, cura, riabilitazione e reinserimento di tossicodipendenti e presso le associazioni professionali ed enti cooperativi da esse promossi, nonché enti ed istituzioni che svolgono impegni nel campo della formazione e della ricerca educativa e didattica. In base alla legislazione vigente il divieto è previsto a decorrere dall’anno scolastico 2017/2018.

Comma 620. Tracciabilità erogazioni liberali
Si dispone che le erogazioni liberali in denaro, destinate agli investimenti in favore delle scuole paritarie, che danno diritto al cosiddetto school bonus, siano effettuate su un conto corrente bancario o postale intestato direttamente alle scuole paritarie beneficiarie, con sistemi di pagamento tracciabili. Spetterà poi agli istituti beneficiari darne comunicazione al Miur, con cadenza mensile.

Comma 626. Card 18enni
Il comma prevede che il bonus cultura di cui all'articolo l, comma 979, della legge n. 208/2015, trovi applicazione nei termini ivi previsti anche con riferimento ai soggetti che compiono diciotto anni di età nel 2017, nei limiti degli stanziamenti iscritti in bilancio nella sezione seconda del provvedimento in esame. Si precisa inoltre che la carta elettronica è valida anche per l'acquisto di musica registrata, corsi di musica, di teatro o di lingua straniera.


© RIPRODUZIONE RISERVATA