Famiglie e studenti

Lazio, dalla Regione kit 3D agli istituti superiori entro la fine dell’nno scolastico

di Francesca Malandrucco

S
2
4Contenuto esclusivo S24


Un kit 3D per le scuole superiori del Lazio. Lo riceveranno in dono entro la fine dell’anno scolastico le 265 scuole superiori di secondo grado della regione. Il governatore del Lazio, Nicola Zingaretti, ha presentato il progetto “Scuola 3 D”, finanziato con 3 milioni di euro grazie al Fondo strutturale europeo 2014-2020. Il primo kit è stato appena consegnato all’istituto di istruzione superiore Edoardo Amaldi di Tor Bella Monaca, a Roma. Ma entro Natale ne verranno assegnati altri 200 che comprendono una stampante e uno scanner rigorosamente 3 D, più una dotazione di tablet a seconda del numero degli studenti che frequentano i singoli istituti. Complessivamente la Regione ha acquistato dalla Tim, attraverso una convenzione Consip, oltre 6.000 dispositivi elettronici di ultima generazione.
Il progetto prevede inoltre, per ogni scuola, la dotazione di una piattaforma software mobile dedicata e accessibile sia attraverso i device forniti dalla regione, sia attraverso i tablet personali, e quindi raggiungibili via browser dai principali sistemi operativi (iOs, Android e Windows).
L’obiettivo è quello non solo di permettere ai singoli istituti di sviluppare le competenze digitali, ma anche di creare una rete operativa tra le 265 scuole coinvolte nel progetto.
La piattaforma è composta da un portale unico di accesso che darà la possibilità di consultare diversi materiali didattici a partire dallo Scuolabook network fino alla eBook library.
Per Massimiliano Smeriglio, vicepresidente della regione Lazio con delega alla Scuola, «La dotazione dei kit prevede una spesa di circa 12-15.000 euro a scuola, e rappresenta una grande opportunità per i ragazzi di misurarsi con la creatività e il talento. Lo faranno in cooperazione con i colleghi delle altre scuole attraverso una piattaforma in cui i progetti più innovativi possono essere condivisi. Un grande messaggio questo per i giovani. Avranno l’opportunità di imparare che si sta al mondo e si cresce, se lo si fa tutti insieme».
In particolare nella sezione Scuolabook network verrà messo a disposizione un materiale didattico studiato ad hoc per lo sviluppo delle competenze digitali, sia tra gli studenti che tra gli insegnanti. Ci sarà, poi, un’area di condivisione per la costituzione da parte degli insegnanti di gruppi di lavoro inter-istituto, una libreria di ebook e una dedicata ai modelli di stampa 3 D nel formato standard Stl, pronti per essere stampati. Infine è prevista un’Open educational resources, ovvero una libreria di risorse didattiche disponibile in rete, con link a documenti, pagine web e video utili per ampliare e approfondire l’insegnamento nelle scuole.


© RIPRODUZIONE RISERVATA