Famiglie e studenti

Sace adotta studenti delle superiori per avvicinarli al mondo del lavoro

S
2
4Contenuto esclusivo S24

La Sace, società assicurativo-finanziaria del gruppo Cassa depositi e prestiti, adotta gli studenti di due classi all'interno del programma di avvicinamento dei giovani al mondo del lavoro “Push to open” ideato dalla start-up Jointly.

L’iniziativa
Jointly offre ai giovani al quarto e quinto anno di scuola superiore un percorso di orientamento interaziendale, basato sul confronto e lo scambio di testimonianze con professionisti, esperti e ragazzi che hanno mosso con successo i primi passi nel mondo del lavoro. Il tutto, sia attraverso canali multimediali, sia attraverso esperienze di job shadowing in contesti aziendali. Sace, che ha aderito al programma già nel 2015, quest’anno prende parte a un progetto pilota che prevede l’ “adozione” di due classi di un Istituto superiore romano: oltre a sostenere i costi relativi al coinvolgimento nel programma “Push to Open” di alcuni figli di suoi dipendenti e degli studenti delle due classi, Sace prenderà parte attiva nei diversi workshop e aprirà le proprie porte ai ragazzi.

Un’opportunità per i giovani
«Per i giovani studenti, si tratta di un’opportunità unica per ampliare gli orizzonti al di fuori dei confini della scuola, del territorio e del contesto sociale di riferimento», spiega il responsabile Csr di Sace, Paolo Cerino. «In Jointly pensiamo alle iniziative di welfare aziendale come strumenti generativi di impatto sociale non solo nelle aziende, ma anche sul territorio e nella società», aggiunge l’amministratore delegato di Jointly Francesca Rizzi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA