Famiglie e studenti

In Ue oltre l’80% degli alunni studia inglese alle elementari, Italia sopra la media

di Alessia Tripodi

S
2
4Contenuto esclusivo S24

Sono oltre 18 milioni gli allievi della scuola primaria (l'84% del totale) che nel 2014 in Ue hanno studiato almeno una lingua straniera, mentre appena 1 milione ne ha studiate almeno due. La lingua più diffusa è l'inglese, studiato da oltre 17 milioni di bambini delle elementari. Un primato che si conferma anche alle scuole medie, con il 97% degli alunni impegnato in lezioni di inglese. E in tutti e due i gradi di istruzione l'Italia si posiziona ben oltre la media Ue per percentuali di allievi coinvolti. È quanto emerge da uno studio dell'Eurostat sull'apprendimento degli idiomi stranieri nelle scuole elementari e medie dell'Unione, diffuso ieri in occasione della Giornata europea delle lingue .

I numeri
Dopo l'inglese - che anche nelle scuole medie Ue è materia di studio per oltre 17 milioni di ragazzi dagli 11 ai 15 anni - la linguà più studiata è il francese (5 milioni di studenti, il 34% del totale), seguito dal tedesco (3 milioni di studenti, il 23% del totale), dallo spagnolo (2 milioni, 13% del totale), dal russo (0,5 milioni, 3% del totale) e dall'italiano (0,2 milioni, 1% del totale).
Per quanto riguarda l'Italia, secondo Eurostat la percentuale di alunni che studia l'inglese è del 99,9% (contro una media Ue dell'83,7%), mentre alle medie si arriva al 100% (a fronte di una media Ue che si ferma al 97,3%). Sempre alle scuole medie, il 67,7% degli italiani studia il francese e il 22% lo spagnolo.
Attualmente, spiega l'Eurostat, nell'Unione europea sono 24 le lingue ufficiali riconosciute, alle quali si aggiungono anche idiomi regionali, minoritari e altri parlati dalle popolazioni migranti. In alcuni Stati membri, infine, le lingue ufficiali sono più di una.


© RIPRODUZIONE RISERVATA