Famiglie e studenti

Il ritorno tra i banchi in onda per tutta la giornata su «Radio 24»

Una scuola tutta da raccontare quella che riapre i battenti. Una scuola che riparte fra novità e vecchi problemi. Radio 24 dedica ampio spazio al tema e oggi sarà una giornata tutta dedicata all'avvio dell’anno scolastico. «Attenti a noi due», alle 8.15. Alessandro Milan e Oscar Giannino avranno ospite Davide Faraone, sottosegretario ministero Istruzione per parlare del piano straordinario di assunzioni degli insegnanti che sta facendo impazzire in questi giorni Uffici scolastici e dirigenti scolastici. Si parlerà poi del concorsone, le cui operazioni sono in ritardo. E di novità come la chiamata diretta dei docenti, la valutazione di insegnanti e dirigenti scolastici.
Si prosegue poi alle 10.30 con «Cuore e denari». Debora Rosciani e Nicoletta Carbone ci porteranno in Centro Italia dove è lotta contro il tempo per far tornare gli studenti a scuola nei tempi previsti nonostante il terremoto. Ospite Maria Rita Pitoni, la nuova dirigente scolastica della scuola crollata ad Amatrice che ci racconterà com’è ripartire da moduli temporanei. Quindi dalle 13, ad «Effetto giorno»,con Simone Spetia il delicato tema del diritto allo studio dei ragazzi disabili. In diretta Marco Bussetti, direttore dell’Ufficio scolastico provinciale di Milano. Sono molte le famiglie che lamentano un anno che parte senza insegnanti di sostegno e con le scuole che si dicono non in grado di accogliere tutti gli studenti con disabilità che ne fanno richiesta.
Dalle 17 «Focus economia», di Sebastiano Barisoni. Un meccanismo da mettere a punto quello dell’alternanza scuola-lavoro, partita lo scorso anno scolastico anche per il triennio dei licei, per effetto della legge della Buonascuola. Ma scuole e aziende hanno risposto bene, come ci racconta Giovanni Brugnoli, Vicepresidente Confindustria, con delega al capitale umano, il quale però auspica uno snellimento delle pratiche burocratiche per rendere i meccanismi più fluidi.
Con i nostri giornalisti, viaggio poi dei gr in varie scuole da nord a sud. Per raccontare una scuola che sale in cattedra quest’anno arrancando un po’, ma che dimostra di non aver paura di cambiare.


© RIPRODUZIONE RISERVATA