Famiglie e studenti

Da Elsa Morante ai «goal» del San Lorenzo, prova nazionale Invalsi superata per oltre 500mila studenti

di Cl. T.

S
2
4Contenuto esclusivo S24

Un brano di Elsa Morante per la comprensione del testo, domande sulle conseguenze dell’aumento della popolazione, ma anche un grafico con il numero di goal a partita realizzati dalla squadra di calcio del San Lorenzo durante l’ultimo campionato e il calcolo della percentuale di frutta in un vasetto di yogurt.

La prova nazionale
Ieri per oltre mezzo milione di 14enni è stato il giorno del test Invalsi nell’ambito dell’esame di terza media. Sui Social, prima e dopo la prova, i ragazzi hanno espresso ansia e timori; ma per il Miur è stato «tutto regolare».

I test di italiano e matematica
Prima gli studenti hanno affrontato il test di italiano, da svolgere in 75 minuti, diviso in due parti con domande a risposta multipla e a risposta aperta: la prima (per sondare la comprensione del testo) consisteva in due brevi testi, uno di carattere narrativo l’altro espositivo, seguiti da alcune domande su relazioni causali, temporali, confronto tra contenuti, lessico etc (18 domande per ciascun brano); la seconda parte prevedeva 10 domande di riflessione sulla lingua per verificare la conoscenza delle strutture grammaticali. Dopo una pausa di un quarto d’ora i ragazzi sono passati al fascicolo di matematica, ritenuto da molti il più ostico. Anche in questo caso quesiti a risposta multipla e aperta (per spiegare il procedimento seguito per arrivare alla soluzione) e 75 minuti a disposizione. Trenta in tutto le domande (alcune costituite da più di un item). Ammessi righello graduato, squadra, compasso e goniometro ma non la calcolatrice.

La votazione ottenuta alla prova Invalsi fa media con quelle di tutti gli altri scritti, con l’orale e con il voto di ammissione. L’Istituto di valutazione ha fornito, insieme alla griglia per la correzione delle risposte degli studenti in Italiano e Matematica, i criteri per l’attribuzione di un punteggio unitario in centesimi e per la sua conversione in un voto unico espresso in decimi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA