Famiglie e studenti

Terza media, le elezioni costringono il Miur ad anticipare di un giorno la prova Invalsi

di Alessia Tripodi

Quest'anno a causa delle elezioni la prova Invalsi di terza media si svolgerà un giorno prima del previsto, il 16 giugno anziché il 17. Lo ha deciso il ministero dell'Istruzione con un'ordinanza appena pubblicata.

La decisione del Miur
Nell'ordinanza il ministero spiega che la giornata dedicata alla correzione delle prove scritte potrebbe coincidere con quella di preparazione dei seggi per l'eventuale turno di ballottaggio delle amministrative, previsto per domenica 19 giugno. E per evitare questo rischio, la prova scritta si svolgerà un giorno prima su tutto il territorio nazionale, con inizio alle ore 8.30.

E intanto il lungo stop alle lezioni per il primo turno di elezioni scatena la rivolta dei presidi: nelle 1.351 città dove si celebrano le amministrative, infatti, le scuole saranno chiuse dal 2 giugno, giorno della Festa della Repubblica, fino al 7 giugno, giorno che segue lo scrutinio elettorale. Un «maxiponte» che - dopo le vacanze invernali e quelle di Pasqua, lo stop per il referendum, lo sciopero di maggio e le gite in programma in questo periodo - sottrae tempo prezioso ai ragazzi che cercano un recupero in extremis, dicono i presidi. E alcuni - docenti di Milano in primis - si chiedono se abbia ancora un senso votare nelle scuole.


© RIPRODUZIONE RISERVATA