Personale della scuola

Dalle modifiche all’Isee per gli alunni disabili ai crediti Its che scendono: ecco la guida al provvedimento

di Nicoletta Cottone


Tra le misure previste nel decreto diventato legge ci sono l’estensione ai 18enni extracomunitari residenti in Italia del bonus di 500 euro già previsto per i giovani italiani e interventi sulla compilazione dell’Isee per i nuclei familiari che hanno tra i componenti persone con disabilità o non autosufficienti. Ecco le novità.


Agevolazioni scolastiche: nuovo calcolo per l’Isee dei nuclei con disabili
Nuova modalità di calcolo dell’Indicatore della situazione economica equivalente (Isee) per i nuclei familiari con componenti con disabilità, anche ai fini del riconoscimento di prestazioni scolastiche agevolate, in attesa dell’adozione delle modifiche al regolamento vigente volte a recepire le recenti sentenze del Consiglio di Stato. Il calcolo viene effettuato escludendo dal reddito disponibile ai fini Isee, tutti i trattamenti della pubblica amministrazione già esenti dalla tassazione ai fini Irpef, percepiti per disabilità. Previsto un unico parametro di maggiorazione della scala di equivalenza con riferimento alle spese e alle franchigie per i soggetti disabili o non autosufficienti, indipendentemente dalla loro età anagrafica. Per i soggetti che percepiscono trattamenti per ragioni diverse dalla condizione di disabilità, viene stabilita, inoltre, anche con riferimento a prestazioni per il diritto allo studio universitario, una specifica modalità di calcolo ai fini Isee da parte degli enti erogatori, per l’accertamento dei requisiti economici soggettivi che danno diritto al mantenimento dei benefici.


Assunzioni dei docenti entro il 15 settembre
Deroga, per l’anno scolastico 2016/2017, alla disciplina che stabilisce il termine per le assunzioni a tempo indeterminato del personale docente della scuola statale – a regime fissato al 31 agosto di ciascun anno – prorogandolo al 15 settembre 2016. Viene anche disposto che la decorrenza economica del contratto di lavoro consegue alla presa di servizio. Conseguentemente la norma fissa alla medesima data del 15 settembre 2016 il termine per l’espletamento delle funzioni connesse all’avvio dell’anno scolastico e alla nomina del personale docente attribuite ai dirigenti territorialmente competenti del Miur.


Assunzioni docenti scuola d’infanzia
Fino all’approvazione delle graduatorie relative alla scuola dell’infanzia del concorso bandito ai sensi dell’articolo 1, comma 114, della legge 107/2015, i soggetti ancora inseriti nelle graduatorie di merito del precedente concorso (bandito con decreto 82/2012), sempre relative alla scuola dell’infanzia, possono essere assunti in regioni diverse da quella per cui hanno concorso, e inseriti nei ruoli regionali. Si tratta di coloro che non sono stati assunti, per incapienza dei posti, in base al piano straordinario di assunzioni previsto dalla legge 107/2015.


Assegnazioni provvisorie docenti per l’anno scolastico 2016/2017
Estesa all’anno scolastico 2016/2017 e ai docenti assunti a tempo indeterminato entro l’anno scolastico 2015/2016 (dunque, anche a quanti sono stati assunti in base al piano straordinario) la possibilità di richiedere l’assegnazione provvisoria interprovinciale, anche in deroga al vincolo triennale di permanenza nella provincia.


Card da 500 euro per acquisti culturali anche ai giovani immigrati
Viene estesa a tutti i residenti in Italia che compiono 18 anni nel 2016 – quindi anche a soggetti cittadini di paesi extra Ue, in possesso del permesso di soggiorno in corso di validità - l’assegnazione della card da 500 euro per acquisti culturali istituita dalla legge di stabilità 2016.


Raddoppiano i compensi dei commissari del concorsone
Il decreto raddoppia i compensi per le commissioni esaminatrici del concorso a cattedra, con 8 milioni in più per il 2016. I compensi saranno ridefiniti con decreto Istruzione entro 30 giorni dalla data di conversione in legge del decreto.


Pagamento supplenze straordinarie
Disposizioni per garantire il tempestivo pagamento delle somme spettanti al personale della scuola (docente e amministrativo, tecnico e ausiliario-Ata) per incarichi di supplenza breve e saltuaria, ferme restando le previsioni normative in materia di limiti di spesa e quelle volte a limitare il ricorso a tali incarichi. Un Dpcm Istruzione Economia fisserà termini precisi per i pagamenti. Il rispetto dei termini concorrerà alla valutazione dei dirigenti scolastici e di quelli delle amministrazioni coinvolte ed è fonte di responsabilità dirigenziale, in caso di violazioni riscontrate a cause imputabili al loro operato.


Crediti formativi universitari per gli studenti degli istituti tecnici superiori
Diminuisce il limite minimo dei crediti formativi universitari da riconoscere a conclusione dei percorsi realizzati dagli Its agli studenti che si iscrivono ai corsi universitari. Rispetto al quadro vigente si prevede ora che l’ammontare dei crediti da riconoscere non può essere inferiore a 40 Cfu per i percorsi della durata di quattro semestri e a 62 Cfu per i percorsi della durata di sei semestri.


Contributo alle paritarie che accolgono alunni disabili
Dal 2017 arriva un contributo per le scuole paritarie in proporzione agli alunni con disabilità frequentanti, nel limite di spesa di 12,2 milioni di euro.


Scuola sperimentale di dottorato del Gran Sasso
Individuate le risorse finanziarie necessarie per la stabilizzazione della Scuola sperimentale di dottorato internazionale Gran Sasso Science Institute (3 milioni di euro annui dal 2016).


Sessantaquattro milioni per #scuolebelle
Viene autorizzata la spesa di 64 milioni di euro per il 2016 per la prosecuzione del programma #scuolebelle dal 1° aprile 2016 al 30 novembre 2016, sia nei territori in cui è stata attivata la Convenzione quadro Consip per l’affidamento dei servizi di pulizia e altri servizi ausiliari, sia in quelli in cui la Convenzione non è ancora stata attivata .

Periti industriali
Per i periti industriali si innalza il titolo di studio richiesto per l'accesso alla libera professione (dal diploma di istituto tecnico al diploma di laurea).

Scuole di specializzazione non mediche
Le scuole di specializzazione non mediche «sono attivate in deroga alle disposizioni di cui al comma 1 dell'articolo 8 della legge 29 dicembre 2000, n. 401», cioè della norma che prevede la determinazione dei fabbisogni di specializzandi non medici con conseguente attribuzione delle borse di studio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA