Famiglie e studenti

Scuole, bando da 470mila euro per promuovere il volontariato

di Roberta Giuliani


Più di 470mila di euro sono a disposizione per promuovere il volontariato nelle scuole: il ministero dell’Istruzione ha inviato agli uffici scolastici regionali il bando per realizzare «Laboratori di cittadinanza democratica condivisa e partecipata: educazione al volontariato sociale e alla legalità corresponsabile». Entro il 24 maggio le scuole statali secondarie, anche in rete, dovranno presentare progetti in partenariato con le organizzazioni di volontariato e di terzo settore (e/o con i Centri di servizio per il volontariato – Csv). Il finanziamento complessivo di ciascun progetto, che dovrà essere avviato in questo anno scolastico e completato nel successivo, non potrà superare i 30mila euro.


Il bando
Il bando è stato predisposto in attuazione del Protocollo d’intesa siglato il 25 novembre 2014 tra i ministeri del Lavoro e dell’Istruzione per lo sviluppo congiunto, con risorse condivise, del volontariato scolastico «come diritto sociale, strumento di integrazione sociale e di abbattimento delle diversità» e per contribuire «all’integrazione e all’inclusione sociale dei giovani» e rientra nell’Accordo di collaborazione del 29 dicembre 2015, tra il ministero del Lavoro e delle politiche sociali, il ministero dell’Istruzione, dell’università e della ricerca e il dipartimento della Gioventù e del Servizio civile nazionale.


Gli ambiti d’azione
Promozione della cultura, educazione alla legalità, prevenzione e contrasto delle dipendenze (inclusa ludopatia, gioco d’azzardo e cyberbullismo), valorizzazione dei beni comuni, sostegno ai principi di pari opportunità e non discriminazione, contrasto a fragilità, marginalità ed esclusione sociale: sono cinque gli ambiti di azione operativi per le proposte che verranno finanziate dalle tre amministrazioni con l’importo complessivo di 470.244,69 euro, di cui 270mila a carico del ministero del Lavoro, 100mila a carico del dipartimento e altri 100mila a carico del Miur.


Obiettivi
Dallo sviluppo dei valori del volontariato per abbattere le diversità alla promozione della creatività e di corretti stili di vita degli studenti, dal superamento delle forme di discriminazione e d’intolleranza alla valorizzazione della sostenibilità ambientale, dall’avvio di percorsi di cittadinanza anche europea fino ad arrivare al contrasto della dispersione scolastica e al superamento di cyberbullismo e dipendenze: sono tanti gli obiettivi che i progetti potranno sviluppare descritti dal bando in nove punti. Le proposte redatte su un apposito modello dovranno essere inviate, a pena di inammissibilità, entro le ore 23.59 del giorno 24 maggio 2016 all’indirizzo www.bandidgstudente.it.


© RIPRODUZIONE RISERVATA