Famiglie e studenti

Sono iper tecnologici, sognano lavoro e famiglia, guardano all'estero: il ritratto dei «Millennials» targato Luiss

di Al. Tr.

S
2
4Contenuto esclusivo S24

Sono iper tecnologici e a volte ansiosi, e se provano a immaginare il loro futuro si vedono responsabili, concentrati su lavoro e famiglia, magari all’estero. È il ritratto dei giovani Millenials secondo la Luiss, che - in occasione della prima edizione del Festival dei Giovani «Noi siamo futuro» che si è aperto ieri a Gaeta (Lt) - ha realizzato un’indagine on line tra i 14-19enni italiani, per indagare a 360 gradi la loro visione del mondo in cui vivono e del futuro che lo attende.

I numeri
L’indagine, condotta dagli studenti delle scuole superiori ospiti dell’Ufficio studi e Valutazione della Luiss, rivela che le priorità dei giovani sono la realizzazione nel lavoro (48%) e nella famiglia (46,3%), mentre solo il 2% punta a «diventare famoso». Non riuscire a realizzare i propri sogni o non trovare lavoro sono le più grandi paure per il futuro (rispettivamente, per il 58,3 e il 50,9%), ma, in ogni caso, la gran parte dei giovani progetta di vivere all’estero (37,9%) piuttosto che in Italia (33,3%).
Il 95% degli intervistati, poi, dichiara di possedere uno smartphone, il 94% è iscritto a un social network e oltre il 28% trascorre on line più di 2 ore al giorno. E il 19% si è sentito almeno una volta vittima di azioni di cyberbullismo.
Sono molti gli ansiosi (il 60%), soprattutto in caso di un’interrogazione a scuola (70,8%), mentre sul fronte del rapporto con il denaro il 55,6% è più propenso al risparmio, atteggiamento più frequente tra i ragazzi (62,5%) che tra le ragazze (50%).

Il Festival dei Giovani
Un grande successo di pubblico ieri a Gaeta ha salutato l’inaugurazione del Festival dei Giovani, l’evento dedicato ai Millenials nato da un’idea di Strategica Community srl e realizzato in collaborazione con il Comune di Gaeta, la Luiss e il main sponsor Intesa Sanpaolo, che si concluderà sabato 16 aprile.
Tra i numerosi eventi della prima giornata anche molte le iniziative di alternanza scuola-lavoro, gestite e organizzate dalla Luiss: tra queste il concorso di booktralier sul libro a cura del noto giallista e dirigente Luiss Roberto Costantini, il dibattito sulla Scuola che vorrei, con il giornalista Corrado Zunino e l’ incontro dei ragazzi sulla legalità con l’inviato di Repubblica, Carlo Bonini.
Il programma di oggi prevede un doppio appuntamento con docenti di prestigio dell’ateneo romano, tra i quali Paola Severino, Prorettore Luiss e già ministro della Giustizia, che alle ore 14 terrà una lezione sul tema «Illegalità come freno allo sviluppo delle generazioni e cittadinanza attiva», e alle ore 15.30 con il giornalista Francesco Giorgino, conduttore del Tg1 Rai, che rifletterà con gli studenti sull’argomento «Dall’utopia dell’informazione per tutti all’utopia dell’informazione da parte di tutti». Entrambi gli incontri si svolgeranno presso il Palazzo della Cultura, Its Fondazione Caboto, aula Angelo Mitrano.
Tutte le info e il calendario completo degli eventi su www.noisiamofuturo.net/


© RIPRODUZIONE RISERVATA