Personale della scuola

Merito, il Miur verso la linea dura: i 200 milioni per premiare i prof non vanno contrattati

di Claudio Tucci

S
2
4Contenuto esclusivo S24

I 200 milioni previsti dalla riforma Renzi-Giannini sono fondi aggiuntivi, servono per premiare il merito, e, quindi, non sono somme che vanno “negoziate” con i sindacati. Sarebbe questa la linea che sta maturando il Miur sulla spinosa questione degli incentivi ai professori migliori, che dovrebbero scattare quest’anno. L’obiettivo, come ripetuto su questo giornale anche dal ministro, Stefania Giannini, è quello di rispettare la legge 107. Si starebbe però pensando di aprire alle organizzazioni sindacali la possibilità di “discutere” con ...


Quotidiano della Scuola

Scuola24 è il nuovo sistema informativo multimediale riservato a Docenti e Dirigenti scolastici, personale delle Università, Enti di Ricerca ed Istituzioni.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?