Famiglie e studenti

La Luiss apre le porte a 400 studenti in alternanza

di S. L.

L’Università Luiss di Roma apre le porte ai progetti di alternanza scuola-lavoro entrando a far parte del gruppo di istituzioni presenti sul territorio chiamate a mettere in pratica uno degli aspetti più importanti contenuti nella riforma della Buona Scuola: durante gli ultimi tre anni di scuola superiore gli studenti devono entrare in contatto con la realtà lavorativa per una prima esperienza sul campo.

Tirocini in ateneo
Fino al 1° luglio 2016, circa quattrocento studenti del terzo e del quarto anno di oltre venti licei di tutta Italia, svolgeranno un tirocinio a tempo pieno all’interno degli uffici dell’università privata romana.

«Dal lunedì al venerdì - spiegano dalla Luiss - con orario d’ufficio dalle 9 alle 18 questi giovanissimi “studenti-lavoratori” saranno impegnati in veri e propri percorsi di formazione professionale, che spaziano dagli studi e statistiche al marketing, dal career services, all’ufficio stampa, fino alla gestione degli eventi».

La legge 107 sulla Buona scuola ha reso obbligatoria l’alternanza scuola-lavoro da settembre 2015, a partire dalle terze classi: almeno 400 ore nell’ultimo triennio di tecnici e professionali e almeno 200 ore nei licei.

Con il nuovo corso gli “stage” si possono fare in azienda, ma anche in enti pubblici, musei, enti sportivi riconosciuti dal Coni e si potranno svolgere anche d’estate e all’estero.


© RIPRODUZIONE RISERVATA