Famiglie e studenti

A Gaeta dal 14 al 16 aprile il primo Festival dei giovani

S
2
4Contenuto esclusivo S24


Al via la prima edizione del Festival dei giovani che si terrà a Gaeta dal 14 al 16 aprile. Proprio nella città del sud pontino venerdì scorso è stata presentata la tre giorni di dibattiti e di eventi sui temi del futuro nata da un’idea di Strategica Community S.r.l., in collaborazione con l’università Luiss Guido Carli, l’amministrazione comunale e il main sponsor Intesa Sanpaolo.

L’iniziativa
Per la prima volta nella storica cittadina laziale saranno accolti i giovani delle scuole di tutta Italia. Saranno tre giorni ricchi di eventi, oltre 70 le iniziative in calendario, con i riflettori puntati sui ragazzi e su temi a loro più vicini: impresa e lavoro, impegno sociale, integrazione e multiculturalità, social e sharing, nuove tendenze, arte e cultura, sport, laboratori, premi, inchieste e intrattenimento. Nel programma del Festival molte anche le proposte di alternanza scuola-lavoro che toccheranno argomenti come la legalità, la cittadinanza attiva, il volontariato e l'economia sostenibile.

Gli obiettivi
Per il sindaco Cosmo Mitrano «Gaeta sarà per tre giorni un grande “laboratorio” per il futuro dei nostri giovani, protagonisti assoluti della kermesse». A suo giudizio l’appuntamento sarà «un'incredibile opportunità di confronto ed incontro, per guardare al loro futuro partendo da se stessi, dai propri talenti, dalle proprie attitudini, da quella voglia di crescere e di essere un continuo work in progress che li caratterizza e li rende humus vitale della nostra società».
Mitrano ha poi ringraziato gli altri soggetti coinvolti. A cominciare dalla Luiss. Il coordinatore scientifico del Festival dei Giovani, Luciano Monti, docente di Politiche europee alla Luiss ha ricordato che la sua università è «in prima linea sia sul versante della ricerca che su quello della formazione di studenti consapevoli. Le numerose componenti del Festival traggono origine tutte dalla comune necessità di intercettare il tortuoso percorso che attende le nuove generazioni ma anche quella di offrire loro delle nuove opportunità. Questa iniziativa - ha aggiunto - vuole essere una sorta di “città del futuro”, dove i giovani diventeranno i portatori di nuove conoscenze e di un diverso modo di raccontare se stessi, in un mondo che cambia».
Matteo Casagrande, responsabile servizio Business Development e Coordinamento di Intesa Sanpaolo, ha sottolineato: “Contribuire alla costruzione del miglior futuro possibile per i nostri giovani è uno degli obiettivi principali che Intesa Sanpaolo persegue da sempre in diverse forme. Lo facciamo attraverso il sostegno a quelle attività formative e di indirizzo che sono necessarie per tracciare un percorso, lo facciamo attraverso l'offerta di servizi e prodotti finanziari innovativi come PerTe Prestito con Lode che consente agli studenti meritevoli di accedere a università e master superando eventuali ostacoli socio-economici. Guardiamo al futuro delle giovani generazioni consapevoli che attraverso di loro si costruisce il futuro del nostro Paese. “
A sua volta, Fulvia Guazzone, di Strategica Community e ideatrice del festival, ha commentato: «Sono felice di veder nascere il Festival dei Giovani prima espressione del progetto e webcommunity Noi Siamo Futuro. Un grande evento, nella bellissima città di Gaeta, per i giovani che potranno incontrarsi e confrontarsi nell'ambito di una kermesse di dibattiti e discussioni su temi di attualità, workshop, percorsi tematici, azioni di cittadinanza attiva, ma anche gare di talenti , concerti, spettacoli e sport. Un Festival della curiosità e della voglia di essere protagonisti e fiduciosi del proprio futuro».


© RIPRODUZIONE RISERVATA