Famiglie e studenti

Disturbi dell’apprendimento, proposta Pd per ridurre al 4% l’Iva sul materiale didattico

S
2
4Contenuto esclusivo S24

«Tutti i bambini sono uguali, perché ogni bambino è unico. Sulla base di questo principio, credo sia giusto incentivare ogni forma utile di apprendimento all'interno delle classi con studenti con dislessia o altro disturbo specifico dell'apprendimento».Con queste parole il senatore del partito democratico Gianluca Rossi, capogruppo in commissione Finanze a Palazzo Madama, ha illustrato il nucleo del disegno di legge a sua prima firma. Che punta ad abbassare l’Iva al 4% per l'acquisto di computer, programmi e sussidi informatici in uso agli studenti della scuola dell'obbligo con Disturbo specifico dell’apprendimento (Dsa) certificato. È lo stesso Rossi a proseguire: «Credo si tratti di un intervento utile a favorire nuove didattiche inclusive, che consentano a tutti i bambini di apprendere più autonomamente». «Inoltre - conclude il senatore - è fondamentale eliminare alla radice ogni elemento che possa generale un senso di inferiorità o di sconfitta del bambino all'interno della classe, così come le famiglie non devono sentirsi abbandonate o incomprese».


© RIPRODUZIONE RISERVATA