Personale della scuola

Piano scuola hi-tech e formazione del personale, cercasi scuole per realizzare i corsi

di Alessia Tripodi

S
2
4Contenuto esclusivo S24

Didattica hi-tech e formazione del personale, è aperta la “caccia” alle scuole che ambiscono a diventare «snodi formativi territoriali» per la diffusione del Piano nazionale scuola digitale (Pnsd), ovvero a diventare sedi dei corsi di formazione in servizio per dirigenti scolastici, docenti e personale Ata. Il bando è finanziato con fondi Ue nell’ambito del Pon 2014-2020 «Per la scuola - Competenze e ambienti per l’apprendimento».

Chi può partecipare
Possono candidarsi le scuole statali del primo e del secondo ciclo di tutte le regioni, fatta eccezione per quelle di Val D’Aosta, Provincia autonoma di Trento e di Bolzano, per le quali, dice il Miur ,«saranno successivamente attivate procedure specifiche».
Gli istituti selezionati dovranno realizzare corsi di formazione sulla digitalizzazione delle didattica e dell’attività amministrativa, ma anche promuovere azioni di orientamento e di collegamento con il territorio per lo sviluppo di un sistema integrato. Gli «snodi formativi», sottolinea il bando, dovranno «garantire la formazione su tutti gli ambiti del Pnsd, sulla base dei contenuti della documentazione e delle indicazioni che saranno fornite dal ministero».

Come candidarsi
Le domande di partecipazione vanno presentate on line sul sito Miur dedicato ai Fondi strutturali 2014-2020, attraverso l’area «Gestione degli interventi» (Gpu) all’indirizzo http://pon20142020.indire.it/portale/ . Allo stesso link è possibile scaricare il manuale operativo, consultare le Faq e richiedere una consulenza tecnica on line.
Il termine per l’invio delle proposte scade alle ore 14.00 del 23 febbraio prossimo.

La valutazione
Saranno gli Uffici scolastici regionali a ricevere direttamente on line le candidature delle scuole per la valutazione, che dovrà essere completata entro l’11 marzo 2016, così da pubblicare la graduatoria entro il 15 marzo e consentire l’avvio dei corsi già in quest’anno scolastico.


© RIPRODUZIONE RISERVATA