Personale della scuola

Nel nuovo concorso inglese «light» e più peso agli anni di servizio

di Eugenio Bruno e Claudio Tucci

I futuri insegnanti dovranno conoscere sì l’inglese. Ma in modalità «passiva». Per accertarlo, nel corso del prossimo “concorsone”, non si ricorrerà a domande aperte come per gli altri sei quesiti della prova scritta, ma a due semplici (e “chiusi”) esercizi di comprensione di un testo in lingua straniera. È il punto d’incontro al quale sarebbe arrivato il ministero dell’Istruzione in vista della futura selezione da 63.712 cattedre nel triennio 2016-2018. Insieme a una maggiore valorizzazione del servizio pregresso, ...


Quotidiano della Scuola

Scuola24 è il nuovo sistema informativo multimediale riservato a Docenti e Dirigenti scolastici, personale delle Università, Enti di Ricerca ed Istituzioni.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?