Famiglie e studenti

All’esame scorso boom di promossi: oltre il 99% in tutta Italia

di Eu. B.

S
2
4Contenuto esclusivo S24

Boom di promossi allo scorso esame di maturità. La conferma giunge da un focus del ministero dell’Istruzione che fissa al 99,3% la percentuale degli studenti diplomati tra gli ammessi all’esame di maturità 2014/2015. Un tasso che risulta omogeneo in tutte le Regioni italiane che si differenziano, invece, per i tassi di ammissione che variano dal 90,4% della Sardegna al 97,7% della Valle d’Aosta.

I voti
Una notevole omogeneità si registra anche nei voti, che migliorano in tutte e tre le tipologie di percorso formativo: licei, istituti tecnici e istituti professionali. Nei licei aumentano soprattutto le fasce di voto di eccellenza. In miglioramento anche le performance dei tecnici e dei professionali nei quali si osserva una riduzione dei voti più bassi: nei professionali i diplomati con 60/100 sono scesi all’11,6% (erano il 13,1% durante l’anno scolastico 2013/2014 all'11,6% dello scorso anno scolastico) e nei tecnici all’11,9% (erano il 13,3%).Anche i voti medi finali risultano più alti nei licei (78,9) rispetto a tecnici e professionali (rispettivamente 73,8 e 73).

Boom delle lodi
Nei licei si registra, inoltre, la più alta percentuale di risultati eccellenti: l'84,1% di tutte le lodi della maturità si concentra proprio in questo tipo di istituti (in particolare, il 42,8% allo scientifico e il 23,6% al classico). A livello regionale, è la Puglia a registrare il più alto numero di diplomati con lode (2,3%), seguita dalle Marche (1,7%) e da Umbria e Calabria (entrambe 1,6%).

Meglio le ragazze
Sono le ragazze a conseguire la maturità con esiti superiori, sia per tasso di ammissione che per tasso di diploma, soprattutto negli indirizzi professionali. Nei licei le diplomate superano i diplomati (61,1%): in particolare, sono il 67,9% nei classici, l'82,9% nei linguistici e il 79,8% nei licei delle scienze umane con indirizzo economico-sociale. Più alta, invece, la quota di studenti maschi diplomati al liceo scientifico (52,9%), allo scientifico con indirizzo scienze applicate (68%), negli istituti tecnici con indirizzo tecnologico (84,2%) e negli istituti professionali (53,4%).

Gli studenti stranieri
Tra diplomati con cittadinanza non italiana e diplomati italiani persiste il divario nel
rendimento scolastico; i diplomati con cittadinanza italiana, infatti, raggiungono risultati più brillanti rispetto ai colleghi stranieri. La lettura della distribuzione dei voti per cittadinanza mette in rilievo, tuttavia, il miglioramento nei voti finali degli studenti con cittadinanza non italiana nati all’estero: la votazione minima di tali studenti, infatti, diminuisce di 1,5 punti percentuali (da 14,3% a 12,8%).

I doppi diplomi
Il 91,2% dei maturandi che hanno aderito al progetto Esabac ha superato con successo l’esame, ottenendo così il doppio diploma, italiano e francese. Complessivamente, nell'anno scolastico 2014/2015, sono stati tremila gli studenti diplomati Esabac in 144 plessi liceali, con la maggiore concentrazione in Sicilia (15,4% dei candidati totali Esabac) e in Piemonte (14,7%).


© RIPRODUZIONE RISERVATA