Personale della scuola

I sindacati: «Supplenti ancora senza stipendi». Ma il Pd assicura: «Entro Natale pagato l’80% degli interessati»

di Ci. Sor.

S
2
4Contenuto esclusivo S24

«Ancora una volta gli annunci del Miur si scontrano con la realtà. Migliaia di supplenti non percepiranno gli stipendi maturati a partire dall’inizio dell’anno scolastico»: è quanto denunciano, in una nota congiunta, i segretari generali della Flc Cgil Domenico Pantaleo, della Cisl scuola Maddalena Gissi, della Uil scuola Giuseppe Turi, dello Snals Confsal Marco Nigi e il coordinatore nazionale Gilda Rino Di Meglio.

Senza salario
«Nonostante le segnalazioni effettuate, le nostre ripetute denunce e le rassicurazioni ottenute dai rappresentanti del Miur da tempo sollecitati a risolvere il problema, la fascia più debole del personale scolastico resta senza salario. Ritenere sufficiente il riallineamento dei pagamenti a gennaio - si legge nella nota - significa non aver chiaro che cosa comporti realmente, per i lavoratori e le loro famiglie, questa situazione, che per il numero di persone coinvolte si configura come vero e proprio dramma sociale. Incredibile che un Ministero che dovrebbe gestire l’innovazione di un sistema complesso come quello dell’istruzione non faccia fronte al più elementare dei suoi doveri, pagare i propri dipendenti, lasciando le segreterie alle prese con un sistema informativo pieno di falle». «Non siamo disposti a sopportare l’ennesimo rimpallo di responsabilità tra Miur e Mef: domani nell’incontro da noi richiesto con il ministro Giannini lo ribadiremo con forza, chiedendo soluzioni immediate che riportino al centro le persone e i loro diritti fondamentali, garantiti dalla Costituzione» concludono i sindacati.

La replica firmata Pd
La replica arriva a stretto giro dal Partito democratico. «Con un’interrogazione parlamentare sottoscritta da 23 senatori, nei giorni scorsi, abbiamo sollevato il problema degli insegnanti precari che non sono rientrati nel programma di assunzioni della “Buona scuola” e che pur svolgendo il loro lavoro non stanno percependo lo stipendio da settembre. Sono già arrivate le prime risposte dal Miur: entro Natale si completerà il pagamento degli stipendi di settembre ed ottobre per l’80% dei supplenti interessati; entro il 18 gennaio tutti avranno accreditate le mensilità di novembre, dicembre e la tredicesima». Lo hanno reso noto le senatrici del Pd Elena Ferrara e Patrizia Manassero. «Le notizie che abbiamo avuto sono rassicuranti, questa situazione di grave disagio per gli insegnanti, peraltro disomogenea sul territorio nazionale, sta andando finalmente verso una soluzione», hanno sottolinetao.

Va ricordato che nei giorni scorsi Viale Trastevere aveva garantito: «Per smorzare da subito le polemiche il Miur stanzia 16,6 miloni di euro per consentire di effettuare un'emissione speciale, con esigibilità 24 dicembre, che interesserà circa 25 mila supplenze brevi».


© RIPRODUZIONE RISERVATA