ITS e imprese

Cresce l’alternanza nelle aziende green della Toscana

di Cristina Ceresa

Progetti di alternanza scuola/lavoro e tecnologie green: una nuova opportunità legata alla piattaforma Erasmus+ viene dal progetto «Extrares» ora alle soglie della seconda edizione. Grazie a un finanziamento ottenuto dalla Regione Toscana di oltre 350mila euro provenienti da fondi sociali europei, cento ragazzi italiani hanno avuto già modo di recarsi presso aziende europee che operano nell’ambito della green economy e di vivere sul campo un’esperienza di due mesi.

Nuova offerta formativa
La seconda edizione, che vede ancora, come capofila, la multiutility Estra, allarga il coinvolgimento ad altre regioni italiane e nuovi istituti tecnici professionali. «L’obiettivo – spiega il presidente di Estra, Roberto Banchetti - è quello di permettere alle scuole di costruire la propria offerta formativa sui reali fabbisogni delle aziende e le effettive opportunità professionali dei giovani». Belgio, Grecia, Malta, Spagna, Portogallo, Regno Unito sono le mete previste. Qui risiedono le aziende che si fanno carico del percorso formativo dei ragazzi. «Inoltre, è stato coinvolto anche un istituto universitario spagnolo, la Murcia – spiega Erina Guraziu, di OpenCom Aps, l’associazione che collabora con Estra nel coordinamento delle attività del progetto Extrares - che offre l’opportunità di svolgere attività di laboratorio».

Formazione e orientamento
La partecipazione è aperta a tutti gli studenti maggiorenni o ai neo-diplomati residenti in Italia, provenienti dalle scuole superiori già partner. «Minimi i costi a carico degli studenti – spiega Guraziu -: il progetto contribuisce al finanziamento di quasi la totalità delle spese sostenute dai ragazzi all’estero, tranne quelle legate al vitto». Alla fine dell’esperienza si riceve un certificato Europass Mobility, rilasciato direttamente dalla Commissione europea. Da segnalare che ci sono altre opportunità lavorative “accese” da Estra che ha già attivato convenzioni con diverse università e istituti professionali per realizzare tirocini di formazione e di orientamento da tenersi presso le aziende del gruppo. «Inoltre – spiega ancora Banchetti -siamo presenti nella banca dati dei tirocini del progetto Giovanisì della Regione Toscana che offre opportunità lavorative e agevolazioni economiche ai giovani in cerca di occupazione». Ancora aperto anche un bando per attività amministrative. Per ulteriori informazioni è possibile consultare l’appositosito.


© RIPRODUZIONE RISERVATA