Famiglie e studenti

Sbloccate le risorse delle Regioni per la fornitura gratuita di libri scolastici

di Daniela Casciola


Al via il pagamento a favore delle regioni e delle province autonome del contributo per la fornitura gratuita o semigratuita dei libri di testo per l’anno scolastico 2015/2016. Ne ha dato notizia la direzione della Finanza locale del Viminale con un comunicato di ieri in cui si specificava che già dal 18 novembre scorso è stata disposizione di pagamento nel rispetto dei criteri di ripartizione stabiliti dal ministero della Pubblica Istruzione, dell'Università e della Ricerca, con decreto 24 giugno 2015. pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 14 luglio 2015 n. 161.

La ripartizione delle risorse
Si tratta della somma complessiva di 103.000.000 euro che andrà a coprire la fornitura dei libri di testo in favore degli alunni meno abbienti delle scuole dell'obbligo e secondarie superiori.
La ripartizione per il corrente esercizio finanziario 2015 è stata definita secondo le tabelle allegate al decreto 24 giugno 2015 e prevede l'attribuzione di 25.750.000 euro per la scuola secondaria superiore e 77.250.000 per le scuole dell'obbligo.
Il contributo andrà alle famiglie con reddito disponibile netto, inclusi i fitti figurativi, inferiore a 15.493,71 per regione.

L’erogazione diretta
La direzione della finanza locale, nel comunicato di ieri, sottolinea che per le Regioni Veneto, Toscana, Calabria, Puglia e Sardegna il contributo è stato erogato direttamente agli enti locali sulla base di un piano di riparto elaborato dalle Regioni stesse. Pertanto, eventuali chiarimenti sui criteri adottati per la definizione degli importi assegnati ad ogni singolo ente andranno richiesti alla regione di riferimento.


© RIPRODUZIONE RISERVATA