Famiglie e studenti

Il tema innovazione per le giovani leve

di Mar.B.

Le piccole e medie imprese del Lazio sono tra quelle più propense a innovare in Italia (ben il 58%): da qui l’idea per il focus di quest’anno per il Pmi day che si è concentrato proprio sull’innovazione. «Ormai siamo nell’era dell’Industria 4.0, con il 50% degli investimenti nel mondo dedicati al digitale. Coniugare il mondo del manifatturiero con i servizi innovativi, può fare la differenza. Ma per fare questo – spiegaVittoria Carli coordinatrice del Pmi day di Unindustria - servono giovani motivati che abbiano dimestichezza e competenza con le nuove tecnologie che possano dunque dare linfa e nuovi stimoli alle nostre imprese». Nel Lazio sono state 21 le aziende associate ad Unindustria che hanno deciso di raccontare dal vivo ai ragazzi «quanta passione quotidiana» ci mettono gli imprenditori aprendo le porte dei loro stabilimenti produttivi a 700 studenti delle scuole medie e superiori, per un totale di 15, tra licei ed istituti tecnici. «Mi auguro - aggiunge Angelo Camilli presidente della Piccola Industria di Unindustria - che questa giornata, attraverso le testimonianze delle aziende che fanno grande il Lazio, sia stata per i ragazzi una prima importante occasione di contatto con il mondo del lavoro e un modo per cominciare ad immaginare il loro futuro, magari proprio in una piccola impresa».


© RIPRODUZIONE RISERVATA