Famiglie e studenti

Il Pd lancia l’allarme: scuole in ritardo sulla formazione on the job

S
2
4Contenuto esclusivo S24

«Le nostre scuole superiori stanno incontrando varie difficoltà con gli enti pubblici e privati per l'organizzazione dei percorsi di alternanza scuola-lavoro». Lo afferma il gruppo del Pd alla Camera con un’interrogazione al ministro Stefania Giannini che risponderà oggi durante il question time.

Le novità della riforma
Il testo depositato ieri a prima firma Davide Zoggia parte dal ricordare le novità introdotte dalla riforma. Nel citare l’articolo 1, commi 33, 34 e 39, della legge 107 viene sottolineato come, per rafforzare le opportunità di lavoro e le capacità di orientamento degli studenti, la riforma preveda «la loro attuazione negli istituti tecnici e professionali, per una durata complessiva, nel secondo biennio e nell'ultimo anno del percorso di studi, di almeno 400 ore e, nei licei, per una durata complessiva di almeno 200 ore nel triennio».

I ritardi
Fin qui la norma. Ma secondo i deputati del Pd «la scarsa conoscenza della normativa e una certa diffidenza nell'aprire certe istituzioni al mondo della scuola stanno ritardando questa parte importante della formazione scolastica»«. Da qui la richiesta alla responsabile dell’Istruzione, Stefania Giannini, a venrie a riferire in aula per spiegare come intenda «intervenire per rimuovere gli ostacoli e per dare certezze al percorso dei ragazzi».


© RIPRODUZIONE RISERVATA