Famiglie e studenti

«La progettazione di un sistema elettronico? Avviene in azienda»

di Claudio Tucci

S
2
4Contenuto esclusivo S24

Come si redige un documento di valutazione del rischio? Come si progetta un sistema elettronico o elettrotecnico? «Le nozioni teoriche si apprendono a scuola, ma la realizzazione pratica viene fatta in azienda».

L’istituto Marconi
L’alternanza scuola-lavoro all’istituto tecnico Marconi di Dalmine (Bg) è una metodologia didattica utilizzata da anni, e con successo: «Su circa 140 studenti diplomati lo scorso anno, una settantina già lavorano», sottolinea il preside, Maurizio Chiappa. Certo, il territorio può contare su una robusto sistema economico-produttivo («l’80% dei macchinari prodotti è realizzato dalla filiera meccanica», aggiunge Chiappa); ma c’è anche l’università (con la facoltà di ingegneria) e l’Its che consentono ai neo-diplomati di proseguire negli studi.

Le attività
L’istituto Marconi organizza anche stage estivi (lo scorso anno hanno partecipato 162 ragazzi). Per gli studenti del corso di meccanica, le attività di alternanza vere e proprie sono realizzate nella aule didattiche e nei laboratori della multinazionale Dalmine-Tenaris Spa. «Lì i ragazzi sono seguiti passo passo da tecnici e ingegneri - spiega Chiappa -. Ed è una fortuna visto che, finora, queste attività non possono essere svolte in ambito scolastico per mancanza di laboratori, attrezzature e competenze specifiche». L’istituto promuove pure esperienze extracurricolari, fondamentali per ampliare la cultura degli alunni, per motivarli e favorire la loro crescita umana e professionale, attraverso settimane di formazione in azienda e anche grazie allo strumento delle Learning Week (in Italia e all'Estero).

L’orientamento
Particolare attenzione viene riservata anche all’orientamento, con appositi stage orientativi. Gli studenti di terza media non solo hanno avuto occasione di conoscere gli aspetti caratterizzanti il percorso di studi dell’istituto tecnico e dei corsi IeFP, che al suo interno vengono svolti, ma soprattutto si sono confrontati con il tipo di lavoro, con il tipo di discipline previste nel curricolo e, in modo particolare, hanno potuto incontrare studenti di classi del triennio di specializzazione ( Elettronica/Elettrotecnica, Energia e Informatica) che li hanno guidati nelle attività laboratoriali.

Per gli studenti diplomandi, poi, sono previste attività specifiche, come la partecipazione individuale a una simulazione di colloquio di lavoro organizzata da Confindustria Bergamo in collaborazione con le principali aziende della zona e i loro uffici personale: gli studenti hanno nel complesso effettuato 425 colloqui di lavoro con 42 imprese dei settori specifici in cui gli studenti si stanno specializzando.


© RIPRODUZIONE RISERVATA