Famiglie e studenti

«Girls code it better» raddoppia: 20 scuole e 760 ragazze coinvolte nella seconda edizione

di Maria Piera Ceci

S
2
4Contenuto esclusivo S24


Ragazze e competenze tecnologiche. Un amore che troppo spesso non sboccia, come evidenziano molte ricerche internazionali, e che la scuola ora tenta di incoraggiare. Parte il 1° ottobre il corso di formazione per i soggetti coinvolti nel progetto Girls Code it Better - Edizione 2015/2016 - nelle scuole secondarie di primo grado della regione Emilia-Romagna. L’Agenzia per il lavoro Maw (Men at Work) e l’Ufficio scolastico regionale per l’Emilia Romagna hanno infatti firmato un protocollo d’intesa, forti dell’esperienza realizzata nel precedente anno scolastico. Dieci le scuole coinvolte nella prima edizione, quest’anno si raddoppia con circa 20 scuole, e non solo in Emilia Romagna, ma anche in Lombardia e Toscana. Si stima che saranno circa 760 le ragazze che frequenteranno i corsi, seguite da 55 insegnanti e 74 coach.

Il profilo delle partecipanti
Si tratta di ragazze dei tre anni delle secondarie di primo grado, invitate a partecipare alle lezioni una volta alla settimana da novembre a marzo, in orario extracurriculare e a titolo completamente gratuito. Il percorso è articolato in 16 incontri, per un totale di 45 ore. Impareranno a creare siti web, a sviluppare app e videogame, a costruire robot, a progettare manufatti e per poi stamparli con la stampante 3D. Ma il corso si pone anche l’obiettivo di sviluppare nelle ragazze il pensiero critico, imparare a progettare, a lavorare in team, a comunicare. Ogni scuola ha un suo insegnante referente, un maker, cioè un tecnico, un programmatore, uno sviluppatore software che aiuterà le ragazze per l'aspetto tecnico/strumentale, e un coach, già esperto in percorsi digitali, il cui compito è quello di porsi come facilitatore fra i vari soggetti che partecipano al progetto.

Il Piano nazionale scuola digitale
In particolare per l’Emilia Romagna, la regione che ha aderito con il maggior numero di scuole, il protocollo di intesa con Maw si inserisce nell’ambito della realizzazione del Piano nazionale scuola digitale, e l’Ufficio scolastico regionale coordinerà lo svolgimento del progetto nelle scuole, agevolando la partecipazione del personale coinvolto agli incontri di formazione previsti in preparazione dei corsi. Metterà poi a disposizione gli strumenti della piattaforma “Google Apps for Education”, gestita dal Servizio Marconi dell'Usr per l’EmiliaRomagna, che permetterà di realizzare un ambiente virtuale in cui conservare i materiali del progetto e uno spazio di comunicazione e scambio online.
«Quest’anno lavoriamo con più scuole - spiega Costanza Turrini di Maw - e vogliamo far capire a molte ragazze le opportunità offerte dall'economia digitale. Ancora oggi sono tanti i condizionamenti portano le studentesse e a volte anche le famiglie e gli insegnanti, a pensare che le materie scientifiche e tecnologiche non siano adatte alle donne. È un grandissimo errore di prospettiva e un grande spreco di risorse e di capacità: in Europa mancano ben 900.000 persone qualificate in grado di lavorare nel settore Ict».
«La collaborazione con Maw Men at Work per le scuole della nostra regione rappresenta una modalità innovativa per realizzare il principio delle pari opportunità a partire dalle fasce più giovani - spiega il direttore dell’Ufficio scolastico regionale per l’Emilia Romagna, Stefano Versari - È infatti necessario attivare queste azioni già a partire dal primo grado di istruzione affinché il binomio donna-tecnologia possa trovare consolidamento nella società adulta».

Le scuole partecipanti
Hanno già aderito i seguenti istituti:
Milano
- Scuola media Don Milani
- Tolstoj
- Toscanini
- Pascoli
- Munari
- Di Vona Speri
- G. Puecher
Imola
- Luigi Orsini
- Andrea Costa - Imola
Bologna
- Besta e Jacopo della Quercia
- Dozza
- Scuola Media Bagnoli
- Carlo Pepoli
- Il Guercino
- Testoni Fioravanti
Modena
- Marconi e Ferraris
Carpi
Focherini
Reggio Emilia
- Leonardo da vinci
- E. Fermi
- San Tomaso D'Aquino e G.Andreoli
Ferrara
- Dante Alighieri
Saronno
- Leonardo da Vinci
Crema
Ombriano - Istituto Comprensivo Crema Due
Piacenza
- Fiorenzuola D'Arda
Parma
- Borgo di Val Taro
Firenze
- Scarperia San Piero a Sieve


© RIPRODUZIONE RISERVATA