Famiglie e studenti

In Europa l’80% degli alunni elementari studia una lingua straniera, Italia record con il 99,7%

di Alessia Tripodi

S
2
4Contenuto esclusivo S24
Le lezioni di inglese sono le più gettonate, seguite a distanza da francese e tedesco

Italia in vetta alla classifica Ue per lo studio delle lingue straniere nelle scuole elementari. Le lezioni coinvolgono infatti il 99, 7% degli alunni, contro una media europea che supera di poco l'80 per cento. Lo rivela l'Eurostat in uno studio pubblicato nei giorni scorsi in occasione della Giornata Europea delle Lingue, che si celebra il 26 settembre di ogni anno. Secondo i dati riferiti al 2013, nelle scuole dell'Unione - sia elementari che medie - è l'inglese la lingua più studiata, seguita dal francese e dal tedesco.

I numeri
Sono 17,7 milioni gli alunni delle scuole elementari Ue (l'81,7% del totale) che nel 2013 studiavano almeno una lingua straniera. Di questi un milione, il 4,6%, imparavano due lingue straniere o più. I paesi in cui è più diffuso lo studio di una lingua straniera, dice l'Eurostat, sono Cipro, Lussemburgo, Malta e Austria, tutte al 100%, la Croazia (99,9%) e , come accennato, l'Italia (99,7%). Nel nostro Paese, in particolare, il 97,3% dei bambini apprende una sola lingua, mentre appena il 2,4% ne studia due.
Il predominio dell'inglese è ovviamente confermato anche nella scuola secondaria, che comprende gli studenti tra gli 11 e 15 anni di età. Secondo l'Eurostat il 95,6% del totale (vale a dire 17,1 milioni di ragazzi) frequenta lezioni di inglese: seguono il francese (4,9 milioni di studenti, il 27,4%), il tedesco (2,9 milioni, 16,3%), lo spagnolo (2,1 milioni, 11,6%), il russo (500 mila, 2,7%) e l'italiano (200 mila, 1%).
L'italiano come lingua straniera viene insegnato principalmente nelle scuole di Malta (63,7%) e in quelle della Croazia (11,1%).


© RIPRODUZIONE RISERVATA