Personale della scuola

L’istituto religioso deve pagare la Tarsu anche in presenza di atti vandalici che impediscono la raccolta

di Ferruccio Bogetti e Gianni Rota

S
2
4Contenuto esclusivo S24

Se il Comune ha istituto il servizio, è sempre dovuta la Tarsu-Tia-Tares anche in presenza di atti vandalici che hanno incendiato i cassonetti impedendo anche solo in parte la raccolta. Dal punto di vista soggettivo, infatti, la tassa rifiuti riguarda chiunque detenga a qualsiasi titolo locali nel territorio comunale e a nulla rileva l’effettivo utilizzo del servizio. Dal punto di vista oggettivo, poi, per il presupposto impositivo basta la sola istituzione comunale del servizio di raccolta così che ...


Quotidiano della Scuola

Scuola24 è il nuovo sistema informativo multimediale riservato a Docenti e Dirigenti scolastici, personale delle Università, Enti di Ricerca ed Istituzioni.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?