Famiglie e studenti

Al “Meucci” di Firenze l’alternanza scatterà dai primi giorni di scuola

di Francesca Malandrucco

S
2
4Contenuto esclusivo S24


Il modello duale di alternanza tra ore passate sui banchi di scuola e ore di esperienza in azienda,previsto dalla Buona scuola,debutta a Firenze con l’inizio dell’anno scolastico 2015-2016. Protagonisti saranno i ragazzi di due classi del 4° e del 5° anno dell’istituto tecnico industriale statale “Antonio Meucci”. Una parte di loro, dai primissimi giorni di scuola, avrà la possibilità di passare il 50% delle ore scolastiche presso lo stabilimento Nuovo Pignone, divisione GE Oil & Gas di Firenze, imparando direttamente a diventare LogisticSpecialist e ManufacuringEngineer.

L’accordo
Grazie ad un accordo stretto tra azienda e Itis, l’istituto industriale ha potuto dare il via a percorsi formativi nuovi che porteranno alla creazione dei due profili professionali legati rispettivamente al settore trasporti e logistica, il primo, e meccanica e meccatronica, il secondo, che saranno certificati appunto dalla multinazionale fiorentina. I ragazzi delle due classi avranno la possibilità di seguire le lezioni in aula tenute direttamente dai professionisti della GE Oil & Gas, e di vedere in azienda come si svolge il lavoro nella pratica. Inoltre 10 di loro, è questa la novità, trascorreranno la metà delle ore del loro percorso di studi presso lo stabilimento Nuovo Pignone, una delle maggiori realtà industriali italiane.

La selezione
Nuovo anche il modo in cui saranno scelti i ragazzi. Sarà la multinazionale fiorentina a fare una selezione, dopo che la scuola avrà valutato il curriculum scolastico e le motivazioni degli studenti. I ragazzi si troveranno ad affrontare un vero e proprio colloquio di lavoro.
«L’obiettivo è quello di incrementare le opportunità di inserimento dei giovani nelle aziende e migliorare la formazione scolastica anche rispetto alle esigenze delle aziende stesse, in linea con la riforma della Buona Scuola», spiega Francesco Ramalli, vice preside dell’Itis Meucci.

Si moltiplicano le intese
Per l’istituto tecnico industriale fiorentino questo è solo il primo di una serie di accordi che verranno sottoscritti già a partire dai prossimi mesi con altre importanti aziende soprattutto dei settori logistica ed elettrotecnica, grazie anche al tavolo di lavoro istituito presso il comune di Firenze di cui fanno parte anche Camera di Commercio, Università, Confindustria Firenze, Ufficio scolastico regionale per la Toscana, istituti del territorio e aziende. L’Itis Meucci già da due anni lavora su progetti di alternanza scuola lavoro. «Soprattutto con l’anno scolastico 2014-2015 abbiamo aumentato il numero delle ore che gli studenti potevano passare in azienda e il numero delle convenzioni con le imprese – spiega ancora Ramalli – Proseguiranno anche quest’anno gli accordi con aziende importanti a livello nazionale come Rfi (Rete ferroviaria italiana), Enel o Gucci. Contiamo, grazie all’alternanza scuola-lavoro, di far aumentare il numero degli studenti che trova un occupazione subito dopo il diploma. Secondo uno studio, realizzato dal nostro istituto, il 25% dei ragazzi che hanno concluso il percorso di studi nell’anno scolastico 2013- 2014, ha trovato lavoro entro sei mesi dal diploma. Una percentuale che vogliamo incrementare».


© RIPRODUZIONE RISERVATA