Famiglie e studenti

Apprendistato per studenti, a rischio la sperimentazione del Dl «Carrozza»

di Claudio Tucci

S
2
4Contenuto esclusivo S24

All’interno del decreto, attuativo del Jobs act, di riordino delle tipologie contrattuali atteso venerdì in Consiglio dei ministri spunta il restyling dell’apprendistato di primo e di terzo livello. Il ministero del Lavoro vorrebbe unificare l’apprendistato per il diploma di scuola secondaria con l’apprendistato per la qualifica e il diploma, lasciando così al terzo livello solo l’alta formazione. Una mossa che però non piace al ministero dell’Istruzione perchè tocca direttamente la sperimentazione contenuta nel decreto Carrozza, articolo 8-bis, che sta decollando (dopo Enel, altre grandi aziende sono in procinto di assumere studenti-apprendisti).

Le conseguenze sul decreto Carrozza
In pratica, secondo la bozza di intervento messa a punto dal dicastero di Giuliano Poletti, il passaggio dal terzo al primo livello dell’apprendistato per il diploma di scuola superiore comporta, di fatto, il passaggio dell’intera gestione del rapporto sotto le competenze delle Regioni, limitando fortemente la possibilità di regolazioni ad hoc azienda-istituto scolastico (come avvenuto per esempio con Enel che ha assunto a settembre 2014 circa 150 studenti-apprendisti di istituti tecnici).

La questione, da quanto si apprende, è sul tavolo dei due ministeri, considerato che il Miur nel decreto «Buona Scuola» punta a rendere strutturale la sperimentazione (a oggi limitata al 2016) del decreto Carrozza. Resta ora da vedere come verranno coordinate queste due norme.


© RIPRODUZIONE RISERVATA