Famiglie e studenti

Chiuse le iscrizioni: 7 famiglie su 10 hanno fatto domanda dal proprio pc

di Claudio Tucci

S
2
4Contenuto esclusivo S24

Una famiglia su sette (quasi il 70%) ha effettuato l’iscrizione online per conto proprio, senza cioè recarsi nelle scuole. Oltre l’80% ha fatto l’iscrizione da un proprio computer o dispositivo mobile in Liguria (80,5%), Piemonte (80,8%), Emilia Romagna (81,4%), Veneto (83,7%), Lombardia (84%), Friuli Venezia Giulia (85,6%). A richiedere maggiormente il supporto delle scuole sono stati soprattutto i cittadini del Sud, specie di Campania, Sicilia e Calabria.

Oltre 1,5 milioni di domande
Lo rende noto il ministero dell’Istruzione che, ieri, ha comunicato i dati ufficiali: sono 1.514.995 le domande di iscrizione online alle classi prime di medie e superiori inviate dalle famiglie. Nel dettaglio, sono 1.483.104 le domande inviate alle scuole statali, 9.885 quelle inviate alle paritarie che hanno aderito al sistema delle iscrizioni online (non era obbligatorio). Inoltre, sono 22.006 quelle inoltrate ai Centri di formazione professionale (Cfp) delle Regioni che hanno deciso di usufruire del servizio messo a disposizione dal Miur. Le iscrizioni online hanno registrato il gradimento degli utenti con una crescita rispetto al 2014 (+6,3%) di quanti le considerano “molto” utili in termini di risparmio di tempo (Almaviva ha supportato il Miur nella gestione dell’infrastruttura informatica in modalità Cloud).

«Le iscrizioni online sono un esempio di pubblica amministrazione che funziona», spiega il ministro Stefania Giannini. Il Ministero quest’anno ha semplificato la grafica del portale dedicato alle iscrizioni e ha attivato un help desk che è rimasto aperto eccezionalmente anche sabato e domenica scorsi in vista della chiusura della procedura. Nel caso di domande compilate ma non inviate saranno le scuole, dopo aver contattato le famiglie, a prenderle in carico.


© RIPRODUZIONE RISERVATA