Famiglie e studenti

Collegi del Mondo Unito, pronto il bando per le borse di studio

di Nicola Barone

È la porta di accesso a un’esperienza radicalmente «trasformativa». Per spiegare cosa significhi frequentare uno dei Collegi del Mondo Unito si sono ritrovati a Roma i tre ex allievi Lia Quartapelle, Filippo di Robilant e Domenico Chirico. Storie diverse di ricerca, di impegno politico e umanitario in terre di conflitto con al fondo della memoria quegli anni di formazione. Ieri, nel corso dell’iniziativa volutamente intitolata «Scuole belle come il mondo», è stato ufficialmente presentato il nuovo bando di selezione per il biennio accademico 2015-2017. Undici le borse di studio disponibili.

Le rete in tutto il mondo
Il movimento dei Collegi del Mondo Unito (UWC) riunisce quindici scuole internazionali legalmente riconosciute in Africa (Swaziland), America (Usa, Canada, Costa Rica), Asia (Armenia, Hong Kong, India, Singapore, Cina) ed Europa (Bosnia Erzegovina, Germania, Norvegia, Paesi Bassi, Regno Unito). Per l’Italia c’è il Collegio del Mondo Unito dell’Adriatico Onlus (UWC Adriatic) con sede a Duino, in provincia di Trieste. Dalle commissioni nazionali diffuse in oltre 145 Paesi vengono scelti gli studenti in base al merito per offrire loro la possibilità di un ambiente che unisca un programma accademico di livello «alla sfida personale e ai valori dell’inclusione, dell’accettazione e della considerazione degli altri». Perché l’obiettivo di una formazione UWC è «lo sviluppo dell'iniziativa personale, dell’ingegnosità, della flessibilità e delle qualità di “leadership” negli studenti e negli ex allievi diplomati».

Il diploma del baccellierato internazionale
«Ogni Paese ha la faccia di un tuo amico. Quando, per dire, si sente la parola Iraq viene subito visualizzata nella mente la porzione di una cartina geografica. Per noi invece è Rita, arrivata nel 2002» spiega Valentina Bach, segretaria generale dell’UWC Adriatic. Dovendo pensare a uno slogan che compendi il tutto Bach dice: «Vivere insieme ad altre persone. Meglio: crescere insieme ad altre persone, perché a quell’età è ciò che è ancora possibile». In tutti i Collegi del Mondo Unito, il cui corso di studi copre gli ultimi due anni di scuola secondaria superiore prima dell’università, gli studenti conseguono il diploma di baccellierato internazionale (diploma IB) . Per gli allievi italiani il diploma IB è riconosciuto ed equiparato a quelli della scuola secondaria di secondo grado.

Le borse di studio
Per l’assegnazione delle undici borse disponibili si guarderà il merito nel rispetto della graduatoria finale delle selezioni e delle riserve proposte da diverse amministrazioni: 4 per il Friuli Venezia Giulia, una per la provincia di Udine o Pordenone, una per il Piemonte, una per la provincia di Gorizia, una per la Lombardia, una per la Sardegna. Le domande dovranno pervenire entro il 29 dicembre 2014.


© RIPRODUZIONE RISERVATA