Personale della scuola

Intanto i presidi inglesi chiedono una valutazione più «ampia»

di Nicola Barone

Non più solo performance e numeri. Per evitare fenomeni di ghettizzazione culturale il giudizio sull'offerta dovrebbe in futuro includere anche «l’ampiezza e l’equilibrio» degli insegnamenti. È la sollecitazione formulata dai capi di istituto all’organismo di vigilanza sulle scuole statali (Ofsted): attribuire un rating ad hoc per ciò che passa dalle aule di scuola, al di là del resto dei punti soggetti a verifica periodica. Perché secondo il segretario generale dell’associazione dei presidi (Naht), Russell Hobby, troppo spesso «programmi ...


Quotidiano della Scuola

Scuola24 è il nuovo sistema informativo multimediale riservato a Docenti e Dirigenti scolastici, personale delle Università, Enti di Ricerca ed Istituzioni.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?