Famiglie e studenti

Bankitalia entra in classe e tiene lezioni a insegnanti e studenti

di Claudio Tucci

S
2
4Contenuto esclusivo S24

Più di uno studente su cinque, secondo l’ultima fotografia Ocse-Pisa , non raggiunge in Italia (21,7% rispetto al 15,3% in media dei paesi Ocse) il livello di riferimento per le competenze di alfabetizzazione finanziaria (livello 2). Appena il 2,1% dei ragazzi raggiunge il livello più elevato della scala (livello 5), a fronte di una media Ocse dell’9,7 per cento. «L’educazione economico-finanziaria si conferma pertanto una leva strategica su cui puntare», scrive il dg per gli Ordinamenti scolastici e la valutazione del Miur, Carmela Palumbo, che ieri ha inviato a tutte le scuole la circolare con i progetti e le iniziative di sensibilizzazione per docenti e alunni realizzati, anche quest’anno, in collaborazione con Bankitalia.

Educazione finanziaria nelle scuole
Il ministero dell’Istruzione ricorda, innanzitutto, il progetto «Educazione finanziaria nelle scuole» che si svolge su base regionale e prevede sessioni dedicate agli insegnanti (a cura del personale di Bankitalia) e sessioni per ragazzi curate dai docenti stessi. Lo scorso anno l’iniziativa ha riscosso successo: a eccezione della Valle d’Aosta si sono svolti in tutt’Italia 84 incontri di formazione che hanno coinvolo oltre 40mila studenti e più di 2mila classi. Il percorso formativo in classe, ricorda la nota del Miur, «potrà articolarsi su moduli didattici flessibili e autonomi» per rispondere alle specifiche esigenze degli alunni.

Concorso «Generation Euro Students’ Award»
In collaborazione con la Bce, poi, Bankitalia organizza anche la quarta edizione della competizione di politica monetaria «Generation Euro Students’ Award» riservata agli studenti degli ultimi due anni delle scuole superiori. Il premio in palio è la partecipazione (spese di viaggio e alloggio inclusi) a un European Awrd Event che si svolgerà a Francoforte, presso la Bce il 6 e 7 maggio 2015.

Inventiamo una banconota
Un’altra iniziativa rivolta a tutte le scuole primarie e secondarie è la competizione «Inventiamo una banconota»: qui gli alunni dovranno ideare un bozzetto di una banconota “immaginaria” celebrativa dell’Expo 2015 il cui tema è «Nutrire il Pianeta, Energia per la vita». «S’intende così accostare l’educazione finanziaria ad altre tematiche educative, dall’alimentazione, all’ambiente, alla crescita sostenibile, alla cooperazione per lo sviluppo», spiega la nota ministeriale.Le scuole che parteciperanno al concorso potranno visitare la mostra allestita presso Villa Huffer a Roma dove saranno esposti dal 18 novembre e fino alla metà del mese di dicembre 2014 tutti i bozzetti realizzati dagli studenti che hanno partecipato alla prima edizione del Premio, dedicata all’Europa.


© RIPRODUZIONE RISERVATA