Famiglie e studenti

Concorso tra istituti per disegnare la banconota celebrativa di Expo 2015

di Maria Cristina Tubaro

S
2
4Contenuto esclusivo S24


C'è tempo fino al 31 dicembre per iscriversi alla seconda edizione del premio per la scuola 2014/2015 “Inventiamo una banconota”, iniziativa della Banca d'Italia e del Miur con la collaborazione del ministero degli Affari Esteri. Un premio rivolto agli studenti delle scuole italiane primarie e secondarie di primo e secondo grado, situate sul territorio nazionale e all'estero, chiamati a disegnare una banconota immaginaria celebrativa dell'Expo 2015, il cui tema è “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”.

I temi da approfondire
Il rapporto tra cibo e ricchezza fa parte dell'immaginario collettivo e suggerisce un'ampia gamma di tematiche: l'alimentazione come sostegno dell'attività lavorativa dell'uomo; la ricerca di nuove tecniche per soddisfare la richiesta di cibo e assicurarne una qualità sempre più elevata; la necessità di individuare e applicare politiche alimentari efficaci per garantire la sostenibilità della vita degli abitanti del pianeta di oggi e delle future generazioni; il legame tra politiche alimentari e strutture economiche e finanziarie. Partendo da qui, la Banca d'Italia suggerisce una serie di argomenti da sottoporre alla riflessione degli studenti: il rapporto tra scienza e tecnologia per garantire cibo più sano e sufficiente per tutti; il rapporto tra società e cultura in relazione agli stili di vita e alle scelte alimentari che caratterizzano la cultura del cibo nell'età moderna; la cooperazione internazionale per ridurre la fame nel mondo e gli squilibri sociali.

Le istruzioni per gli studenti
Ai ragazzi, dunque, non viene chiesto un semplice esercizio di fantasia: il bozzetto, infatti, potrà essere realizzato solo al termine di un percorso interdisciplinare che stimoli gli studenti a ragionare sulle scelte effettuate e a comprenderle in profondità.
Gli studenti potranno così conoscere tutta l'attività legata alla produzione delle banconote, affrontando, nel contempo, tematiche sociali, culturali, di tutela dell'ambiente, di sostenibilità, imparando a guardare le banconote non soltanto come semplici strumenti di scambi economici e commerciali, ma come veicolo per trasmettere messaggi e valori.
Ogni scuola potrà partecipare con un solo elaborato per ciascuna categoria e una sola classe che, attraverso un lavoro collettivo degli studenti e sotto la guida degli insegnanti, dovrà elaborare una proposta (da consegnare entro il 2 marzo 2015).

Il sostegno di Bankitalia
Sul sito della Banca d'Italia , oltreal bando e alla scheda di partecipazione , è disponibile una ricca sezione di materiali didattici. Anche le filiali periferiche saranno attivamente impegnate sul proprio territorio di competenza per far conoscere il premio, organizzando anche incontri con i dirigenti scolastici e partecipando, laddove richiesto, ad incontri organizzati dalle scuole per offrire il proprio supporto ai percorsi interdisciplinari predisposti dagli insegnanti. Il premio si svolgerà in due distinte fasi e avrà il suo culmine nella cerimonia di premiazione presso il Servizio Banconote della Banca d'Italia in Roma, il Centro di produzione delle banconote in euro, in programma per il mese di maggio 2015.


© RIPRODUZIONE RISERVATA