Famiglie e studenti

Edilizia scolastica, con ItaliaSicura la mappa dei cantieri in un clic

di Massimo Frontera

Presentato dal Governo il sito ItaliaSicura, sul quale sarà visibile il monitoraggio degli interventi in corso di realizzazione in 404 comuni italiani.

L'estrema frammentazione che caratterizza l'universo dei programmi di edilizia scolastica approda a una sintesi, almeno dal punto di vista della comunicazione. I tre principali capitoli in cui sono stati classificati gli interventi - #scuolesicure, #scuolenuove e #scuolebelle - saranno ora consultabili su un sito in modo stabile e continuativo (in buona compagnia con gli appalti per il dissesto idrogeologico e le opere idriche). La nuova “casa” virtuale si chiama #italiasicura (www.italiasicura.it ) che il governo ha ufficialmente presentato a Palazzo Chigi con l'obiettivo di far percepire ai cittadini l'avanzamento, sul territorio, dei piani di opere attivati o riattivati dal governo.

Mappa dei cantieri
«Il sito - ha spiegato Laura Galimberti, coordinatore dell'unità di missione presso Palazzo Chigi dedicata all'edilizia scolastica - rende visibili gli interventi dei 404 comuni che hanno aperto nuovi cantieri di edilizia scolastica, grazie a uno sblocco del patto di stabilità, ma progressivamente comunicherà l'avanzamento di tutti gli interventi già avviati con finanziamenti statali per la sicurezza, l'adeguamento antisismico, l'efficientamento energetico grazie alla collaborazione del ministero dell'Istruzione e degli altri ministeri coinvolti». «I cittadini - ha aggiunto Galimberti - potranno verificare l'impegno di tutto il governo su questo tema».
«Il sito sarà anche il luogo per far conoscere le iniziative di studio e divulgazione sul tema dell'edilizia scolastica, che sempre più dovrà essere coerente con il rinnovamento della didattica, le nuove frontiere tecnologiche e l'apertura delle scuole alle realtà locali».
Galimberti, alla sua prima uscita pubblica nella veste di coordinatore della struttura di missione, annuncia che il lavoro dell'unità incardinata a Palazzo Chigi andrà oltre il coordinamento delle procedure di appalto e del loro monitoraggio. «Del lavoro della struttura di missione farà parte anche la definizione di nuove norme per l'edilizia scolastica, che tengano conto dell'attenzione all'ambiente e che rispettino una normativa tecnica prestazionale e non prescrittiva».

In arrivo concorsi di architettura
Galimberti fa capire che, per quanto riguarda l'edilizia scolastica, il lavoro riparte dalle novità lanciate dall'ex ministro Francesco Profumo, che aveva avviato una riflessione su una scuola di nuova concezione, in linea - anche architettonicamente - con le più moderne teorie sulla didattica e sul ruolo della scuola all'interno del quartiere. Un lavoro, dice Galimberti che ricomincia ora, «in collaborazione con il senatore Renzo Piano» e che porterà a una «nuova proposta di normativa tecnica». Galimberti annuncia infine l'intenzione di promuovere anche i concorsi di architettura.


© RIPRODUZIONE RISERVATA