Famiglie e studenti

Arriva «Webtrotter»: sfide in rete tra studenti per imparare a usare il web

di Claudio Tucci

S
2
4Contenuto esclusivo S24

Sfide in rete per gli studenti e formazione in modalità e-learnig per i professori. Obiettivo? «Il giro del mondo in 80 minuti» grazie a internet per responsabilizzare su un uso più consapevole del web. Il ministero dell’Istruzione e l’Aica, l’Associazione italiana per l’informatica e il calcolo automatico, hanno lanciato ieri a Roma la seconda edizione del progetto «Webtrotter» (lo scorso anno parteciparno, in via sperimentale, 300 squadre). Una iniziativa con cui «vogliamo mandare un messaggio chiaro: il mondo della conoscenza è davvero a portata di un clic se si sa navigarlo con competenza, con grandi vantaggi sia per lo studio sia per affacciarsi al mondo del lavoro», ha spiegato Giulio Occhini, direttore di Aica.

Il concorso per i ragazzi
I team pronti per il concorso saranno composti da 4 studenti ciascuno - due ragazzi e due ragazze - e si sfideranno in una gara online basata sulla ricerca di informazioni che durerà 80 minuti. Quest’anno cambia la dinamica di partecipazione per garantire il coinvolgimento del maggior numero possibile di studenti e docenti. Sarà ammessa l’iscrizione di più squadre di una medesima scuola, attraverso un girone di qualificazione, che si svolgerà il 10 marzo 2015. Sarà selezionata almeno una squadra che rappresenterà l’istituto nella competizione nazionale prevista il 31 marzo 2015. Negli ottanta minuti disponibili le squadre dovranno rispondere a un insieme di quesiti compiendo un ideale “giro del mondo” nei cinque continenti. Quest’anno il tema sarà l’Expo 2015, un vero e proprio giro del mondo alla scoperta delle differenti educazioni alimentari nei vari continenti. Per vincere, i ragazzi dovranno sapere scegliere le giuste parole chiave, impostare correttamente le ricerche e valutare i risultati ottenuti da fonti attendibili, valutare i dati in base al contesto, fare una ricerca per immagini, usare un traduttore online, saper leggere le mappe come Google Maps e simili, utilizzando quindi tutte le competenze tipiche dell’uso del web. Le migliori 10 squadre classificate saranno premiate in occasione di «Didamatica 2015», il Convegno annuale sull’informatica nella didattica che Miur e Aica organizzeranno a Genova dal 15 al 17 aprile.

La formazione per i docenti
Accanto al concorso, novità di quest’anno, ci sarà una formazione ad hoc per i docenti, finanziata dal Miur: «Puntiamo a fornire ai professori il necessario sostegno per svolgere con efficacia il compito delicatissimo di insegnare a una generazione che si muove in uno scenario in costante divenire grazie alla tecnologia», ha detto Carmela Palumbo, dg per gli Ordinamenti scolastici e la valutazione del Miur. Per veicolare questa competenza agli studenti è stato introdotto il percorso “Webtrotter Educator”. Saranno previsti tre momenti di erogazione del corso, della durata di circa 2 mesi ciascuno. Il corso è gratuito ed è articolato in tre moduli, dedicati a competenze per la ricerca di dati e informazioni sul web, lettura critica dei dati e valutazione della possibilità di utilizzo delle informazioni (copyright e copyleft). Il Miur rilascerà un attestato finale di frequenza con profitto.


© RIPRODUZIONE RISERVATA