Famiglie e studenti

Arriva il progetto educativo «Sport di Classe»

di Claudio Tucci

S
2
4Contenuto esclusivo S24

Il Coni fa squadra con il governo per uno «Sport di Classe» . E a ospitare la presentazione del progetto realizzato da Comitato Olimpico, Miur e presidenza del Consiglio, è stato l'istituto comprensivo «Daniele Manin» di Roma che ha accolto oggi il numero uno dello sport italiano, Giovanni Malagò, il sottosegretario alla presidenza Graziano Delrio, il ministro dell'Istruzione Stefania Giannini e il presidente del Cip, Luca Pancalli.

«Ho detto che questa era la madre di tutte le battaglie anche a chi mi diceva che da questa partita il Coni doveva rimanere fuori - ha spiegato Malagò. Siamo partiti dal format portato avanti con determinazione dai miei predecessori. Cambiando il nome, alfabetizzazione motoria, che a me non era mai piaciuto e andando verso un percorso più chiaro».

Sport di Classe
«Sport di Classe» è rivolto alle scuole primarie, le cui classi 3/a, 4/a e 5/a da novembre inizieranno a svolgere due ore di educazione fisica a settimana. Dal 2015 l'offerta sarà ulteriormente arricchita, con la possibilità di estensione alle classi prima e seconda, anche con l'utilizzo di fondi europei. Altra novità è l'introduzione del Tutor sportivo, che svolgerà un ruolo di supporto in ogni centro scolastico e formativo per l'insegnante titolare di classe che gestirà le due ore di educazione fisica. «Questa alleanza fra campioni e bambini sia di grandissimo auspicio per il futuro della scuola italiana - ha detto Delrio -. Per noi lo sport fa parte del grande progetto educativo della scuola perché aiuta a tirare fuori il meglio di sé, lo sport è una scuola di vita e uno straordinario strumento di cultura comunitaria».

Giannini: la Buona scuola parte dal collegamento diretto con il Coni
Soddisfatta anche la Giannini: «Volevamo mettere insieme le forze che si occupano di sport, il ministero che mi onoro di dirigere e il Coni, in quanto fondamentale figura di coordinamento. La buona scuola parte dal collegamento diretto con il Coni e il Comitato paraolimpico, oltre a una presidenza del Consiglio che ha fatto subito della scuola la bandiera di questo governo». Grazie al contributo del Cip, un'attenzione particolare sarà riservata agli studenti con disabilità.

Centemero (Fi): «Sport di classe» è un'ottima iniziativa
Giudizio positivo anche da parte della responsabile nazionale scuola e università di Fi, Elena Centemero: «Il progetto è un'ottima iniziativa, e il nostro auspicio è che venga sviluppato nell'ottica di un vero cambio di passo anche nel modo di gestire e fruire gli spazi sportivi all'interno degli istituti scolastici».


© RIPRODUZIONE RISERVATA