Personale della scuola

Al via 29mila stabilizzazioni: 5mila nuovi professori alle medie e 4mila alle superiori

di Claudio Tucci

Il governo conferma che per quest'anno scolastico verranno assunti solo i 15.439 docenti per coprire il turn-over e i 13.342 insegnanti di sostegno (seconda tranche del piano Carrozza). Non verranno quindi assunti gli ulteriori 14mila posti liberi e disponibili (nonostante il dl 104) per via del secco «No» arrivato dal Tesoro (troppo costose). Il premier Renzi ha anche chiesto a tutti i ministri di andare, per l'inizio dell'anno scolastico, nella scuola dove hanno studiato. Il presidente del consiglio sarà invece a Palermo.

Il Consiglio dei ministri di ieri ha acceso semaforo verde anche all'assunzione di 4.999 Ata (il personale amministrativo e tecnico) e di 620 presidi .

La ripartizione dei posti
Quasi 5mila posti, 4.999, alla scuola media, 4.255 alle superiori, 3.630 alla primaria, 2.341 all'infanzia. Più 82 educatori e 132 posti per la "statalizzazione" di un liceo linguistico di Enna e di un istituto tecnico di Bologna. In totale vengono assunti 15.439 insegnanti a cui si aggiungono le 13.342 stabilizzazioni di docenti di sostegno per complessive 28.781 immissioni in ruolo scattate lo scorso 1° settembre (dopo aver ricevuto l'ok del Tesoro i primi di agosto). Queste assunzioni non interessano le 148.100 stabilizzazioni annunciate per settembre 2015 nelle linee guida sulla scuola dal governo Renzi.

L'assegnazione dei posti
Le immissioni in ruolo ratificate ieri si stanno ultimando in questi giorni; l'assegnazione dei posti sta avvenendo per il 50% utilizzando le graduatorie dei precari storici e per il restante 50% i vincitori degli ultimi concorsi (in particolare quello bandito da Francesco Profumo - verranno ora assunti altri 4mila vincitori). Per il 2015-2016, l'esecutivo ha promesso un ambiziosissimo piano di immissioni in ruolo di oltre 148mila docenti (costo stimato tre miliardi, quattro miliardi a regime). Oggi nelle graduatorie a esaurimento sono censiti circa 155mila professori, e con le assunzioni ratificate ieri (circa 7.700 su posti comuni e altre 7.600 sul sostegno) la lista dei docenti in attesa del ruolo scende a 140.600. A questi il governo pensa di aggiungere i rimanenti circa 1.200 vincitori del concorsone Profumo e i 6.300 idonei, ma non vincitori, della medesima selezione.

Il nodo risorse sulle assunzioni 2015
La maxi-infornata di docenti dovrebbe scattare il 1° settembre 2015, e così coprire tutti i posti assegnati a supplenti, il turn-over. Ma di questi oltre 80mila posti non corrispondono ad altrettante cattedre (l'organico funzionale). Vale la pena ricordare che quest'anno il Tesoro, e quindi ieri il governo, ha autorizzato solo la copertura del turn-over e i posti di sostegno già contenuti dal decreto Carrozza, che prevedeva anche la copertura di altri 14mila posti liberi e disponibili. Ma il ministero dell'Economia, per quest'anno, ha detto di no ritenendola troppo onerosa. Con quale conseguenza? Che su questi posti si continueranno a nominare nuovi supplenti. L'anno prossimo si vedrà. Sempre che nella legge di stabilità si riusciranno a trovare le risorse per confermare l'ambizioso piano di Matteo Renzi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA