Enti e regioni

Dalla Sicilia un percorso formativo anti-disoccupazione e fuga dei "cervelli"

di Alessia Tripodi

La Sicilia punta sulle idee d'impresa under 35. E lancia un percorso formativo per combattere disoccupazione e "fuga dei cervelli", mettendo in campo fondi per le giovani start up più innovative. Sono gli obiettivi della «Scuola per giovani aspiranti imprenditori», promossa da Legacoop Generazioni Sicilia - il dipartimento giovanile di Legacoop - e presentata ieri alla camera di Commercio di Palermo.

Lezioni itineranti
Il progetto didattico, completamente gratuito, prevede un ciclo di dieci incontri realizzato in collaborazione con Confcooperativa e Confindustria e con il sostegno di Unicredit e Unipol Banca: il primo appuntamento è fissato per l'8 maggio prossimo a Palermo, in occasione della Festa d'Europa che si svolgerà nel capoluogo siciliano, ma nelle settimane successive la scuola toccherà le altre città della Sicilia. "Si tratta di un'iniziativa itinerante che porteremo anche nelle isole, infatti il 16 maggio saremo a Ustica" dice il presidente di Legacoop Palermo, Filippo Parrino, che commenta: "Questo progetto è un sogno che si realizza, non è stato facile ma era naturale che anche in Sicilia arrivassimo a creare una scuola per giovani imprenditori il cui obiettivo e' accompagnarli nelle scelte che faranno".

Borse per start up
Gli allievi "aspiranti imprenditori", tutti rigorosamente under 35, saranno selezionati in base alla loro business idea e potranno frequentare non solo le lezioni, ma anche un ricco programma di workshop, seminari e laboratori. Le migliori idee imprenditoriali, infine, saranno premiate con "borse di start up" per un valore complessivo pari a 5mila euro.


© RIPRODUZIONE RISERVATA