Famiglie e studenti

Cento deputati e 110mila cittadini firmano per la campagna #salvArte

di Nicola Barone

Giovedì la consegna delle sottoscrizioni al ministro dell'Istruzione Giannini


Invertire la rotta rispetto alle riforme Gelmini assicurando, a partire dal prossimo anno scolastico, il rilancio effettivo dell'insegnamento della Geografia e della Storia dell'arte nelle scuole italiane. Sono arrivate a 100 le firme di deputati all'interrogazione al ministro dell'Istruzione. Primo firmatario il deputato di Sinistra ecologia e libertà Alessandro Zan, appoggiato da colleghi dello stesso partito, del Pd, del Movimento 5 Stelle e di Scelta Civica.

Il successo della petizione sul web
In paralello si muove la petizione #salvArte lanciata sulla piattaforma Change.org dal presidente della fondazione Univerde - l'ex ministro dell'Ambiente Alfondo Pecoraro Scanio -, che ha raccolto in poche settimane decine di migliaia di firme, giungendo ormai alle 111.000 adesioni di cittadini italiani che chiedono di «salvare gli insegnamenti della Geografia e della Storia dell'arte». «Giovedì mattina - spiega Zan - consegnerò a Stefania Giannini le firme dei deputati che hanno sottoscritto la richiesta, e inviterò personalmente il ministro a dare una risposta alle decine di migliaia di cittadini e ai moltissimi tra docenti, associazioni, realtà di impegno civile e sociale che chiedono al Governo di assicurare in modo chiaro il ripristino e il potenziamento dell'insegnamento di tali materie».

Il primo firmatario, Renzi passi dalle parole ai fatti
«Credo - conclude il parlamentare veneto di Sel - che sia arrivato il momento di osservare il proclamato impegno del presidente del Consiglio Matteo Renzi sulla priorità da assegnare al rilancio della scuola, e di evitare così un ulteriore peggioramento dei danni già provocati ad essa dalle riforme Gelmini».


© RIPRODUZIONE RISERVATA