Famiglie e studenti

I requisiti per Erasmus+


Quali sono i requisiti necessari per ottenere una borsa di mobilità Erasmus a fini studio o di placement?
Per candidarsi a svolgere un'esperienza Erasmus bisogna essere iscritti al secondo anno del corso degli studi (mentre per il placement si può partire già dal primo); avere una conoscenza adeguata della lingua del Paese ospitante (per le lingue meno insegnate e parlate sono previsti i corsi intensivi) in base ai requisiti fissati dal bando; non aver già ottenuto, in anni precedenti, lo status di studente Erasmus per motivi di studio; non beneficiare nello stesso periodo di un altro contributo comunitario per altri programmi di mobilità. Gli istituti possono stabilire requisiti particolari, relativi al merito o al piano di studi, oltre a quelli fissati a livello comunitario.

Quanto dura il periodo di studio all'estero? È previsto il pagamento di una tassa d'iscrizione per partecipare?
Il programma Erasmus consente agli studenti universitari di trascorrere un periodo di studio, presso un istituto di istruzione superiore di uno dei Paesi europei partecipanti al progetto. Il periodo all'estero può variare dai tre ai dodici mesi, offrendo l'opportunità di seguire corsi, usufruire delle strutture universitarie e ottenere il riconoscimento degli esami sostenuti senza pagare ulteriori tasse d'iscrizione, oltre a quelle già pagate per iscriversi all'università italiana di provenienza. Ogni università coinvolta pubblica, tra gennaio e aprile, il proprio bando con la data di scadenza entro cui presentare le candidature.

Come funziona il sistema di riconoscimento dei crediti degli esami sostenuti durante il periodo di studio all'estero?

Lo studente deve pianificare prima della partenza le attività formative che svolgerà all'estero, accordandosi con l'istituto di appartenenza e quello ospitante: il documento che sigla tale accordo è il Learning agreement (La). Il risultato delle attività effettivamente svolte all'estero è poi riportato nel Trascript of Records (ToR), rilasciato dall'istituto ospitante, che certifica il lavoro svolto, i crediti attribuiti e i voti ottenuti. L'ultima indagine condotta (anno accademico 2010-2011) riporta che il risultato finale in termini di crediti riconosciuti è solitamente più basso - circa il 94% - rispetto a quelli rilasciati dall'istituto ospitante.

Come si può partecipare a un periodo di studio all'estero se si è studenti delle superiori?
Gli studenti delle scuole medie superiori che vogliono partecipare a un periodo di studio all'estero possono farlo grazie al nuovo programma Erasmus+. Oppure possono farlo durante il terzo o il quarto anno scolastico, partecipando ad esempio a uno dei programmi Intercultura. In entrambi i casi bisogna presentare una candidatura individuale. Per Intercultura il processo di selezione consiste in alcune prove di idoneità ai programmi, condotte da esperti dell'associazione, cui fa seguito un incontro con la famiglia dello studente. I periodi di studio all'estero vanno dai tre ai dodici mesi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA