Famiglie e studenti

Forum culture, studenti a caccia di creatività

di Nicola Barone

S
2
4Contenuto esclusivo S24


A lezione di creatività nel luogo simbolo della cultura mondiale. Da oggi a venerdì Pompei sarà cornice di un evento che coinvolgerà oltre millecinquecento studenti per una tre giorni organizzata dal portale diregiovani.it e dall'agenzia di stampa Dire. La "creatività fa scuola" rientra nelle iniziative del Forum universale delle culture, occasione promossa dall'Unesco e nata a Barcellona nel 2004 con l'obiettivo di favorire il dialogo interculturale e la conoscenza tra i popoli, attraverso la riscoperta del rispetto della diversità come valore, dell'umanità, dello sviluppo umano sostenibile e pacifico. L'appuntamento è al teatro di Costanzo-Mattiello a partire dalle 9.

I tempi della kermesse
Al centro della manifestazione pompeiana ci sono, appunto, i temi della multiculturalità e dell'interculturalità e la necessità di veicolarli tra i banchi di scuola. Il primo giorno vedrà protagonisti gli alunni delle scuole elementari, a seguire saliranno sul palco gli studenti delle scuole medie e, a chiudere, gli iscritti alle scuole superiori. Diverse le forme di spettacolo che saranno messe in scena nelle tre mattinate e vari i temi trattati dal festival attraverso drammatizzazioni, musical, spettacoli teatrali, cori, gruppi musicali e proiezioni di video.

Gli interventi previsti
Diverse le personalità che interagiranno con la platea composta da studenti, dirigenti scolastici e docenti. Fra queste Caterina Miraglia, assessore all'Istruzione della Regione Campania, monsignor Tommaso Caputo, vescovo di Pompei, Diego Bouché, dg dell'ufficio
scolastico regionale della Campania. E interverranno ancora Luca Massaccesi, olimpionico e segretario generale osservatorio nazionale bullismo e doping, Gaetano Di Vaio, vincitore con "Là bas - Educazione criminale" del Leone del futuro alla 68ma mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia e fondatore di Figli del bronx. La "creatività fa scuola" ha ricevuto il patrocinio morale della fondazione Idis-Città della scienza.


© RIPRODUZIONE RISERVATA