Personale della scuola

Nella Giornata contro il razzismo al via i corsi di formazione per gli insegnanti

di Francesca Milano

S
2
4Contenuto esclusivo S24

Nove stranieri su dieci in Italia si sentono discriminati: il dato allarmante diffuso da una ricerca dell'Unione europea rende ancora più importante la Giornata mondiale contro il razzismo che ricorre oggi.
Tra le diverse iniziative messe in campo per sensibilizzare su questo problema, la fondazione Ismu lancia in Lombardia il progetto "Ricomincio da tre " rivolto agli insegnanti e agli altri operatori dei settori considerati sensibili (enti di formazione, organizzazioni sindacali e datoriali, forze dell'ordine e polizia locale, operatori e personale delle Asl e gli iscritti all'Ordine degli assistenti sociali della Lombardia).
Discriminazione e abbandono
Secondo i dati del ministero dell'Istruzione le discriminazioni sono uno dei motivi che spingono gli studenti di origine straniera ad abbandonare gli studi: nella scuola secondaria di I grado la percentuale di alunni stranieri a "rischio di abbandono" è pari allo 0,49%, contro lo 0,17% relativo agli alunni con cittadinanza italiana. Nelle scuole secondarie di II grado la percentuale di alunni stranieri a rischio di abbandono è pari al 2,42% contro l'1,16% degli alunni italiani. Gli stranieri nati all'estero sembrano essere in situazione di maggiore difficoltà rispetto agli stranieri di seconda generazione, ossia quelli nati in Italia: nella scuola secondaria di I grado oltre l'84,5% del numero complessivo di alunni stranieri a «rischio di abbandono» è rappresentato, infatti, da alunni stranieri nati all'estero; nella scuola secondaria di II grado la percentuale tocca il 92 per cento.
Il progetto dell'Ismu
I corsi di formazione anti-discriminazione che rientrano nel progetto "Ricomincio da Tre" (realizzato con il contributo di Unione Europea, Ministero dell'Interno e Regione Lombardia) serviranno a fornire agli insegnanti e agli altri soggetti che parteciperanno una formazione di ampio respiro sulla problematica della discriminazione a partire da una riflessione sui concetti fondamentali, per venire agli aspetti legislativi, agli strumenti e alle metodologie necessari per gestire i casi e realizzare azioni sinergiche e di sistema. Ciascun corso di formazione avrà una durata complessiva di 16 ore.


© RIPRODUZIONE RISERVATA