Galassia startup

Processo alla scuola digitale del futuro

Non basta introdurre la tecnologia nelle aule scolastiche per aver costruito la scuola digitale del futuro. Sulla base dell'esperienza diventa sempre più chiaro che la trasformazione digitale in atto è un'opportunità unica per realizzare una didattica innovativa, centrata sullo studente e sull'acquisizione delle competenze chiave europee e di cittadinanza.
L'uso di strumenti tecnologicamente avanzati, e in particolare le diverse sperimentazioni di apprendimento con i tablet in corso in un numero crescente di scuole, stanno infatti rivoluzionando il processo di apprendimento. Per la prima volta alunni e docenti condividono una realtà paritetica: essere il primo gruppo di persone in un'aula scolastica a poter vivere un processo di apprendimento reciproco. Da una parte gli studenti con la loro competenza sulle tecnologie e sulle loro potenzialità reali, dall'altra i docenti con la loro solida base culturale e didattica. Nella scuola digitale già oggi gli studenti apprendono in modo diverso e questo fatto implica un insegnamento diverso. Condividere, collaborare e interagire sono i nuovi mentori per un'esperienza che parte dai banchi di scuola e si riflette nel percorso formativo e personale di ogni studente.
Delle opportunità che la scuola digitale sta aprendo e dei dubbi sulla sua realizzazione si parlerà venerdì 29 novembre a Bergamo nell'ambito del «Processo alla scuola digitale», organizzato dal Centro Studi ImparaDigitale, dove studenti e docenti che hanno sperimentato l'uso della tecnologia nella didattica si confronteranno sui benefici e sulle difficoltà di questa applicazione.


© RIPRODUZIONE RISERVATA