Enti e regioni

Al via progetti di formazione duale in Siemens

di Claudio Tucci

S
2
4Contenuto esclusivo S24

Ministero del lavoro e Siemens hanno sottoscritto un protocollo d’intesa volto a rafforzare l’acquisizione di competenze tecnico-professionali in capo agli studenti iscritti alla scuola superiore e ai percorsi di studi Iefp (Istruzione e formazione professionale), al fine di facilitare l’accesso dei giovani al mondo del lavoro nel settore della tecnologia.

L’accordo
Con questo protocollo si promuovono progetti di alternanza e di apprendistato formativo nel settore dell’automazione, riservati ai giovani che, in tal modo, potranno abbinare formazione tecnica e sperimentazione nell’ambito della propria scuola, che diventa quindi il punto di riferimento formativo-territoriale. Il protocollo prevede, inoltre, iniziative di formazione e aggiornamento, in favore di docenti, tutor scolastici, aziendali e famiglie e attività di orientamento.

Bobba: da gennaio 2016 già 23mila studenti nei percorsi duali
A decorrere da quest’anno, ha spiegato il sottosegretario, Luigi Bobba, la Iefp potrà disporre di 189 milioni di euro per l’assolvimento del diritto-dovere all'istruzione e alla formazione e di 125 milioni di euro, di cui 50 milioni straordinari per l’anno in corso, per il finanziamento dei percorsi formativi del sistema duale, rivolti all’apprendistato per la qualifica e il diploma professionale, il diploma di istruzione secondaria superiore e il certificato di specializzazione tecnica superiore e dei percorsi formativi rivolti all’alternanza. Inoltre, la legge di Bilancio ha previsto uno sgravio contributivo del 100%, anziché 50%, per le aziende che assumono giovani che abbiano svolto scuola-lavoro o apprendistato formativo presso le loro aziende. Da gennaio 2016 sono oltre 23mila i ragazzi coinvolti nella sperimentazione “duale”.

Siemens: avviciniamo le scuole al mondo aziendale
Piena soddisfazione anche da parte del presidente e ad della Società Siemens s.p.a., Federico Golla. «Sono convinto - sottolinea - che con questo protocollo, la nostra azienda, che ha già vivo e forte il senso di responsabilità sociale, contribuirà, in linea con la sua cultura aziendale fortemente innovativa, ad avvicinare sempre più le istituzioni scolastiche al mondo aziendale, talvolta ancora sconosciuto al giovane che consegue il diploma di scuola secondaria di secondo grado».


© RIPRODUZIONE RISERVATA